21 Settembre 2020 · 21:42
22.1 C
Firenze

Commisso: “Se la situazione centro sportivo non si sblocca per settembre, non lo faccio più”

"Sto spendendo nella Fiorentina il 97% del mio tempo. Essere forti finanziariamente non vuol dire che non si hanno problemi di soldi"

Queste sono alcune delle parole di Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, ai canali ufficiali viola in collegamento diretto dagli USA:

Dopo un anno di Fiorentina, visto che hai Mediacom, qual è più difficile da guidare?

“Tra quattro giorni pubblichiamo i dati Mediacom, risultati che saranno buonissimi, sarà il 94° trimestre consecutivo dove siamo andati in avanti nonostante il clima economico forse più peggiore della nostra vita. Dopo 25 anni che ho Mediacom, essa è come un orologio svizzero, è facile da progettare e da ricevere risultati tra fortuna e saper fare. Mediacom è considerata una delle più grandi a livello di risultati ottenuti, tra le migliori società dell’intera America. Ci piace essere trasparenti. Nella Fiorentina sto spendendo il 97% del mio tempo perchè è il calcio, speriamo che nel futuro posso anch’io andare in vacanza come tutti in Italia quando so che tutto andrà bene”.

Dove e quando è nata l’idea di confermare all’inizio e poi confermare Montella? E poi Iachini?

“Io ho questa predisposizione di non mandare via persone, a me non piace mandare via gente e rovinare la carriera a nessuno perché io so che le decisioni che prendo avranno un potenziale risultato cattivo per chi lavora per me, nel calcio è differente. Montella? Abbiamo comprato la Fiorentina poi c’era l’idea di iniziare bene. Abbiamo preso Pradè e son contento, non ho contattato nessun altro. Due settimane dopo siccome Montella era in vacanza in Tibet, è venuto da me a New York e l’ho riconfermato perchè io ho visto il suo record alla Fiorentina, quarto posto, grande cosa positiva. Ho voluto quindi concedere un’opportunità. Subito l’ho riconfermato. Quello che si vedeva è che Montella aveva finito in negativo le ultime 4-5 partite, in modo particolare quella con la Roma, da lì abbiamo preso la decisione di cambiare. Ho avuto 2-3 nomi e alla fine io ho scelto Iachini, le cose sono andate benissimo. Iachini ha stabilito la miglior difesa nella Lega Serie A. Siamo andati molto molto meglio del Verona dopo Iachini. La cosa bellissima è che Beppe ha perso cinque partite, la Lazio ne ha perse cinque, la Juventus 6. Solo due squadre hanno fatto meglio dei viola. La differenza che ha fatto Iachini è stata che io credo che quando uno ha l’opportunità di lavorare con me ed ottiene tutti i risultati la cosa giusta è tenerlo. Chi non è favorevole a Iachini, chi è che non lo vuole? La decisione che ho fatto con Iachini è concordata con la maggior parte dei tifosi fiorentini”.

Quali sono gli obiettivi per il prossimo campionato?

“I Della Valle hanno comprato la Fiorentina per niente, il primo anno in serie A hanno avuto 42 punti ed il 16° costo. Perchè tutte queste grandi aziende italiane più esperte di me, perchè sono più brave di noi? I ragazzi hanno avuto il Covid, così come Beppe Iachini, perchè in Italia non dicono le cose come stanno? Pochissimi, forse nessun cambiamento di proprietà, ha fatto i risultati che ha raggiunto Rocco. Se non ci sono i ricavi non si può andare da nessuna parte. Non posso andare avanti perdendo 50 milioni l’anno. Sì, ho detto che i soldi non sono un problema ma non ho detto che li butto. I soldi sono pronti per investire, non per perdere, investire nel centro sportivo e nello stadio. Il centro sportivo costerà 270 milioni circa. Nessun presidente al suo primo anno ha portato tutti questi soldi ed investiti in Italia ma io voglio fare di più. L’ambizione è di fare sempre meglio dell’anno precedente. Capisco che è difficile arrivare al secondo anno ai posti più alti. Se voglio arrivare al secondo/terzo posto non è che gli altri non giocano più, c’è competizione. Dopo ognuno di noi ha sogni”. 

Chiesa…

“Vogliamo un bene immenso a Chiesa, non l’ho mai criticato. L’ho tenuto perchè l’hanno passato credevo fosse la miglior cosa. Ho fatto la decisione giusta, dopodiché sei mesi dopo ho detto, se vuole andare può andare ma deve portare i soldi giusti. Ora dobbiamo parlare con il ragazzo e chiedere che cosa vuole”.

Amrabat…

“Sì, ho scelto io di prendere questo ragazzo. È stato l’unico che ho detto “andate a prenderlo”. Forse abbiamo fatto giusto 1/2 sbagli”.

Castrovilli, indosserà la 10?

“Sì, questa maglia è una storia, come quella di Antognoni, chi la indossa deve meritarla. Per me va bene ma la decisione spetta a Iachini con Barone e Pradè. Se tutti credono che deve andare a Gaetano io sono contentissimo”. 

Situazione economica…

“A livello finanziario quest’anno non è stato buono. Come negli altri sport questo sta avvenendo anche negli USA. La Fiorentina è fortunata, perchè c’è Mediacom, altre società invece non hanno proprietari che economicamente stanno messi bene. Essere forti finanziariamente, non vuol dire che non ci sono problemi con i soldi”.

Nuove figure in vista dal punto di vista manageriale?

“Esclusi tutti quelli che ci sono già in Italia, c’è un grande lavoro fatto da Mediacom, quanto ogni giorno i miei manager fanno, incluso io. Ci sono oltre dieci persone che ogni tanto aiutano in base alle loro competenze. Voglio che qualcuno a Firenze riconosca il lavoro che si sta facendo dall’America”.

Joe Barone, discorso Lega, aveva dato la sua disponibilità, non è stato eletto… che cosa dovrebbe fare questo sistema per migliorare?

“Il primo giorno che ho visto la Lega ho detto che dovevamo fare un ufficio a New York ma non è stato fatto. La cosa importantissima è che quando si gioca, quando si va avanti, le regole devono essere uguali per tutti. Queste cose dell’arbitraggio spero che la reputazione cambi. Noi diciamo la nostra tra poche settimane. Non è accettabile, l’Italia continua ad essere l’ultima degli stati nei grandi paesi d’Europa. Voglio dire all’intera politica italiana che ci lascino fare, non solo a me ma a tutti. Ci lascino rinnovare, ristrutturare e di dar lavoro a chi finora non ne ha. Lo stadio è l’essenza del nostro sport, non si può continuare a giocare in stadi vecchi come il Franchi. Questi son per lo più investimenti privati, ovviamente aspetterei contributi dalla città. Soldi di stranieri come me. Non ho bisogno di fare soldi, voglio lasciare a Firenze qualcosa di bello, un regalo”.

Situazione del centro sportivo dopo l’incontro tra lo staff viola e Pessina…

“Ho fatto una mezza battuta, le parole di Pessina erano incoraggianti “entro settembre si fanno questi lavori, si va avanti senza problemi”… speriamo che questa sia la verità, che non ci diano altri problemi. Speriamo che se trovano qualcosa non distruggano il progetto. Non è possibile che dopo un anno che abbiamo mostrato il progetto, siamo al punto che certi edifici non possano essere costruiti. Se le cose non vanno come devono andare a piacere gusto, e se i costi aumentano, c’è la possibilità che l’investimento che voglio fare a Bagno a Ripoli non si faccia, così come ho fatto alla Mercafir. Questo sarà inaccettabile, sono una persona pratica. Ognuno deve fare il proprio lavoro. Speriamo che la gente ed i tifosi capiscano questo, a Mediacom abbiamo investito miliardi di dollari sulla nostra azienda, io faccio queste decisioni in due ore ogni anno”.

Stadio Franchi o nuovo stadio Campi Bisenzio…

“Non so cosa succederà, mi auguro che gli investimenti possano essere premessi, che siano “fast””.

Calcio femminile, da poco radunate le ragazze… progetti?

“Saluto tutte le ragazze che sono a Montecatini. Non ho parlato con loro, “ragazze, lo sapete, il mio obiettivo è assimilare in un centro tutte le nostre squadre”. Dovrebbero esserci dieci campi, la loro foresteria. Ci sono una decina di edifici. Sono molto felice che tra un anno, tutti saranno insieme al centro sportivo inclusa la squadra femminile. Spero che mi rendano anche quest’anno orgoglioso. Grazie ragazze”.

Quanto ti mancano i tifosi? Ritorno?

“Sì, mi mancano i tifosi, mio figlio e tutti i dirigenti, la squadra. Purtroppo non si può venire, è ancora una grande emergenza. Spero a settembre io possa venire in Italia, state sicuri che mi mancate”.

 

 

CONDIVIDI

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIMI ARTICOLI

Thiago Silva: “Ho scelto il Chelsea perchè ho ancora fame di vincere”

Il difensore brasiliano, Thiago Silva, ha commentato la scelta di andare al Chelsea nei canali ufficiali del club londinese.

La Toscana non si Lega, vince Eugenio Giani con il 48%. È il nuovo presidente della regione

Non passa Susanna Ceccardi, candidata della Lega per la presidenza della Regione Toscana che si ferma 41% dei voti mentre Eugenio Giani, candidato del...

CALENDARIO