Basta leggere la classifica per vedere che in questa stagione, lottare per andare in Champions League sta diventando affare proprio per tutti, o quasi. Le prime tre della classe viaggiano spedite e probabilmente faranno un campionato a parte. Poi dalla Lazio in giu ci sono una serie di squadre con limiti e difetti ma che, nonostante tutto, si trovano in lotta per il quarto posto che vuol dire Champions League. In parole più povere, vuol dire svolta vera. Perchè la Champions porta soldi, sponsor e salto di qualità. Perchè se ti qualifichi allora puoi comprare i giocatori più forti che in quel momento vogliono venire volentieri a giocare dalle tue parti.

Per la Fiorentina la qualificazione in Champions vorrebbe dire come vincere uno scudetto, perchè sarebbe una svolta clamorosa sotto tutti i punti di vista. Ma oggi pensarla sarebbe abbastanza ridicolo e imbarazzante. Perchè oggi la squadra di Pioli fatica a fare 3 passaggi di seguito e segna come una squadra che punta alla salvezza. Solo la difesa si salva, pensate che solo la Juventus ha subito più gol della Fiorentina…

Fa rabbia vedere squadre non nettamente più forti di quella viola giocare e lottare per il quarto posto mentre a Firenze si fanno 3 punti tra Torino, Cagliari e Frosinone.

Andiamo in ordine, la Lazio.

Pensate davvero che gli undici titolari della squadra di Inzaghi siano nettamente più forti di quella viola? Pensate davvero che Strakosha, Luiz Felipe, Acerbi, Radu, Patric, Parolo, Leiva, Milinkovic, Wallace, Luis Alberto e Immobile siano più forti degli undici della Fiorentina?

La risposta è no, possono esser meglio in qualche singolo, basti pensare al paragone Immobile-Simeone, ma non stiamo parlando di una squadra di una categoria superiore. Una squadra che l’anno scorso ha perso la Champions all’ultimo secondo e che quest’anno se la giocherà fino all’ultimo minuto. A Firenze di quarto posto nemmeno se ne parla. Pensate che ci sia un difensore della Lazio più forte di Pezzella o che Luis Alberto faccia la differenza più di Chiesa? Assolutamente no.

Però se guardi giocare la Lazio, pur con giocatori non straordinari, la vedi giocare a calcio, la vedi mettere in difficoltà chiunque, li vedi che la provano sempre a vincere. La squadra di Simone Inzaghi gioca anche l’Europa League, ergo, qualche energia e punto in più lo perdono.

Stesso identico discorso per Sassuolo e Atalanta. Anzi, in quel caso la Fiorentina nei nomi è anche più forte (e vorremmo anche vedere..) ma avete mai provato a guardare le due squadre giocare? Idee chiare, un gioco deciso e marchiato, qualche tifoso viola ieri lo ha detto “Sembra che giochino un altro sport..”. Frase che lascia amaro in bocca ma putroppo è la verità. La squadra di De Zerbi oggi è a soli 3 punti dal quarto posto. Cosi per dare un dato.

Chiudiamo con il Milan, la formazione viola, rispetto ai rossoneri, può vantare di avere solo la difesa più forte di quella di Gattuso, ma il Milan attuale ha problemi seri e non ha un gioco. Eppure è ad un solo punto dalla Champions. L’amarezza più grande è vedere questo piccolo e ridicolo Milan essere più avanti della Fiorentina. Non riuscire, nemmeno quest’anno, a sfruttare i difetti altrui.

Poi c’è la Fiorentina, guardarla e vedere che non c’è un briciolo di gioco, di voglia, di carattere. Poi cambi canale, vedi altre squadre, come abbiamo visto anche inferiori a quella viola, e notare come abbiano tutto questo.

E qui, le pecche e gli errori societari contano poco..

Flavio Ognissanti