2 Dicembre 2020 · 13:09
7.1 C
Firenze

Commisso: “Juric non meglio di Iachini. Sarri? Non posso negare incontri. Pedro non torna”

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha parlato in diretta dagli Stati Uniti ai microfoni di Lady Radio

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha parlato dagli Stati Uniti, queste le sue parole in diretta a Lady Radio:

“La conferma di Iachini? Il contratto di Iachini non scadeva alla fine della scorsa stagione. Io non ho mai incontrato nessun allenatore ma ciò che non significa che Pradè e Joe Barone non hanno incontrato nessuno perché è il loro lavoro farlo. Il caso che mi ha fatto arrabbiare è quello di De Rossi, perché io non ne sapevo nulla.

La conferma di Iachini è stata decisa da me in accordo con i miei dirigenti. Il padrone della Fiorentina sono io, sono io che ci metto i soldi. La conferma di Iachini era un segno di riconoscenza. Iachini ha avuto una media punti all’altezza della storia della Fiorentina degli ultimi 20 anni.

Juric aveva fatto gli stessi punti di Iachini, chi mi assicurava che prendendo Juric non dovevo mandare via Juric dopo 2 mesi? Nessuno mi garantiva che cambiando Iachini si sarebbe andato meglio.

Avevo confermato Iachini ma i risultati contano e non mi sono piaciuti. La decisione su Prandelli è stata presa quando io ero in America, ancora mi devo sentire con lui e fare un discorso più lungo di 10 minuti. Siamo tutti uniti per portare avanti la Fiorentina.

Sarri? Io non l’ho mai incontrato ma non è detto che i nostri dirigenti non si sono incontrati con Sarri, non posso negarlo. È il loro lavoro.

Commisso ha pagato per comprare la Fiorentina, al contrario di tanti altri in serie A. Il nostro monte stipendi è cresciuto del 40% mentre i nostri ricavi solo diminuiti. Ho messo 300 milioni nella Fiorentina. Nessuna squadra al mondo mette cosi tanti soldi con questo fatturato.

So di non sapere molto di calcio come tanti di voi. Ma quale altri presidenti di serie A hanno giocato a calcio? Il Milan sta facendo bene? Ma chi conosce il presidente del Milan? Sapete che anche il presidente del Liverpool non sanno niente di calcio?

La conferma di Montella è stata decisa insieme con Joe Barone e Daniele Pradè, io non voglio rovinare nessuna carriera, voglio dare sempre un’opportunità. In quel caso la decisione è stata condivisa. Ho sbagliato con Montella e Iachini? Io devo decidere, chi critica sono i pappagalli, parlano sempre il giorno dopo. La gente non è mai contenta.

Chiunque ha fatto bene ha avuto bisogno di tempo. Io non faccio promesse che non posso mantenere. Una cosa ve la posso promettere, che con me la Fiorentina non fallirà mai. Dal primo giorno ho detto che senza ricavi non possiamo competere ad altri livelli. Non posso mettere ogni anno 50/100 milioni, lo farò tramite investimenti come quello del centro sportivo e dello stadio. Senza stadio è impossibile che a lungo andare la Fiorentina possa lottare a lungo termine per grandi obiettivi. Questo non vuol dire che non possiamo andare nè in Europa nè in Champions League.

Pedro? Pradè sa molto più di me in questo senso. Da un punto di vista economico siamo andati bene ma non abbiamo la possibilità di riportarlo a Firenze anche se ci porterà un pochino di soldi.

Entro gennaio spero inizieranno i lavori per il nostro centro sportivo. Stadio? Qualcuno mi ha chiamato Attila però Rocco ha dimostrato fino ad oggi che non solo distrugge ma fa. Lo stadio si deve rifare del tutto. Usate la parola demolire, distruggere, rifare, quello che volete. Se qualcuno vuole mettere i soldi al posto mio sono contento, mi fanno risparmiare tanti soldi. Chi critica sullo stadio non portano i soldi, vogliono fare altro senza mettere i soldi.

Senza fare lo stadio non so se resterò alla Fiorentina. Se mi fate fare quello che voglio arriveremo agli obiettivi che ci siamo prefissati. Vediamo cosa succede per il Franchi e poi vediamo tutte le alternative. Non sono venuto a Firenze per perdere ma io sono realista.

Ancora oggi Chiesa non mi ha fatto una telefonata per salutarmi. Dobbiamo essere più uniti. Ci sono informazioni interne che non devono andare all’esterno e non devono essere dette ai giornalisti.

Nessuno dei miei dipendenti mi ha mai presentato le dimissioni. Ci sono molto presidenti in difficoltà, grazie a dio non sono e noi non siamo tra questi. La Fiorentina è una grande famiglia che lavora tutta per fare una Fiorentina più forte” ha concluso Commisso.

DAL BRASILE, IL REAL MADRID VUOLE PEDRO, PRONTA OFFERTA DA 30 MILIONI DI EURO. IL FLAMENGO TREMA

Dal Brasile, il Real Madrid ha comunicato alla Fiorentina di voler offrire 30 milioni per Pedro. I dettagli

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

TEGOLA PER LA FIORENTINA, PRANDELLI POSITIVO AL COVID. SQUADRA IN BOLLA

ACF Fiorentina comunica che nell’ambito di test oltre quelli previsti dal protocollo per la rilevazione del Covid-19 è stata riscontrata la positività di Mister...

Il Tempo rivela, Commisso vuole Petrachi alla Fiorentina al posto di Pradè

Come riporta questa mattina il quotidiano romani Il Tempo, l’ex direttore sportivo della Roma Gianluca Petrachi è entrato nell'orbita della Fiorentina: il salentino, in...

CALENDARIO