Il terzino viola Vincent Laurini si è raccontato in un’intervista rilasciata a Rtv38. Tanti i temi toccati, ecco le parole dell’italo-francese: “A Gubbio mi chiamano tutti Vincenzo, visto che sono italiano d’origine: a casa, i miei nonni mi chiamano sempre così. Come sto? Ho avuto sfortuna per questo infortunio, anche se è stata una cosa piccola: questi stop mi fanno perdere continuità e ritmo, ora sto meglio sto provando a recuperare in vista delle prossime partite. Milenkovic? Ha fatto molto bene al mio posto: Nikola ha giocato su Mandzukic e non gli ha fatto vedere palla: non era facile ma ha risposto presente. Tutti i sacrifici che lui fa sono stati ripagati. Lo scetticismo su di me? In città mi trovo molto bene, Firenze e i fiorentini sono calorosi e straordinari, sono stato accolto benissimo con la mia compagna. Fa piacere essere fermato per strada, anche se non ero visto bene quando sono arrivato: spero di aver dimostrato di meritarmi questa maglia”.

Comments

comments