di Flavio Ognissanti

Ha destato tanto clamore la notizia data ieri sera da Sky Sport, nella persona di Gianluca Di Marzio, dell’accordo già trovato tra Chiesa e la Juventus con un contratto di cinque anni a 5 milioni di euro netti a stagione. L’esperto di mercato di Sky Sport ha anche aggiunto che è da Febbraio che esiste l’accordo tra la Fiorentina e la Juventus per la cessione.

Anche la Gazzetta, ormai da settimane, ogni giorno racconta di un Federico Chiesa destinato o alla Juventus o all’Inter. Due giorni fa era dell’Inter, ieri metà e metà, oggi lo da alla Juventus.

In tutto questo scenario però la Fiorentina passa di mano dalla famiglia Della Valle a Rocco Commisso.

Non un dettaglio di poco conto.

Alla politica di vendita e di grande attenzione quasi solo esclusivamente all’aspetto economico senza molta attenzione al risultato sportivo si passerà, con il magnate  Italo americano, al rilancio viola sotto tutti i punti di vista.

Qualche giorno fa la famiglia Della Valle, ufficialmente ancora al timone della società (fino a venerdì), ha emesso un comunicato attraverso il quale si esprimeva totale distacco dalle voci di partenza di Chiesa e si sottolineava la voglia e la certezza di come il talento classe 97 sarebbe stato ancora con la maglia viola anche la prossima stagione.

Ci siamo interrogati sul motivo reale di questo comunicato.

In questo momento parlare di Chiesa gìa venduto o sicuro partente da Firenze vuol dire raccontare una bugia. 

È possibile che l’entourage di Chiesa e la Juventus possano aver raggiunto un accordo di massima sulla cessione. Ma Rocco Commisso, in qualità di nuovo proprietario, avrà in mano la decisione sul futuro del calciatore. L’esterno italiano ha un contratto di altri tre anni e non ha mai manifestato la voglia di andare via. Almeno fino ad ora.

Dunque, parlare in questo momento di Chiesa alla Juventus è sbagliato.

Dipenderà dalla Fiorentina, da Commisso, dalla scelta del nuovo direttore sportivo e del nuovo allenatore. Dipenderà dalla proposta che verrà fatta a Chiesa e nel caso si decida davvero per la cessione, si aprirà davvero un’asta tra pretendenti.

Ergo, tutto è ancora da scrivere. Il futuro di Chiesa è una partita ancora tutta da giocare. Da una parte c’è il calciatore, dall’altra c’è la nuova Fiorentina e dall’altra poi dovranno esserci le società interessate. La nuova proprietà ha già fatto sapere di non voler vendere il calciatore. 

Perchè i Della Valle che stanno vendendo fanno un comunicato sul futuro di Chiesa? Le 3 possibili spiegazioni