Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus e fresco vincitore della Panchina d’Oro, ha espresso la sua soddisfazione direttamente dal centro tecnico di Coverciano. Ecco le dichiarazioni rilasciate a TuttoMercatoWeb: “Abituato a vincere la Panchina d’Oro? Sono felice, è un premio bello da ricevere, ma abituarsi non è una cosa bella. Il premio mi è stato regalato da quelli che mi hanno votato e dai miei giocatori: sono loro che scendono in campo e regalano a me, alla società ed ai tifosi grandi soddisfazioni. Il segreto degli allenatori italiani? Sicuramente la scuola di Coverciano, che è la migliore al mondo. Gli allenatori italiani sono preparati, anche nelle categorie inferiori ci sono ottimi tecnici che sono pronti per fare un percorso importante e sostituire i più anziani. Sono cose positive per il futuro del calcio italiano, che non è così malvagio come viene descritto. Si crede e si pensa che il giardino accanto al nostro abbia l’erba sempre più verde. Credo invece che la Nazionale abbia un futuro. Il campionato italiano è l’unico ancora aperto sia davanti che dietro e i tifosi di tutta Italia devono ringraziare Juve e Napoli perché stanno dando vita ad un bellissimo duello. Il 20 maggio vedremo chi sarà in testa, sicuramente vincerà il migliore e chi arriverà secondo dovrà fare i complimenti qui dentro. Dedica speciale? Dediche non ne ho ma arrivato a Firenze ed entrato qui dentro, il mio primo pensiero è andato a Davide Astori”.

Comments

comments