Angelo Di Livio, ex centrocampista della Nazionale, con un passato importante da capitano della Fiorentina, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni su Fiorentina-Lazio: “Che partita si aspetta? Nonostante la sconfitta brutta con l’Atalanta, io ho visto una buona Fiorentina. Muriel, Simeone e Chiesa sono formidabili quando sono in serata. La Lazio, invece, viene da un successo straordinario che serviva e che ha fatto morale. Mi aspetto una partita sicuramente veloce e frizzante, ricca di gol e occasioni. Come si affronteranno tatticamente? Inzaghi dovrà valutare per bene la condizione di Immobile. Credo possa partire Caicedo dal 1 minuto, i biancocelesti lasceranno la stessa formazione che ha battuto la Roma, forse con un Parolo in più. Per quanto riguarda la Fiorentina, sono quelli gli uomini. Potrebbe, però, togliere Simeone e mettere un centrocampista. Simeone, Chiesa, Zaniolo e tanti altri: quanti giovani promettenti per la Nazionale… Questi giovani stanno dando un segnale davvero forte. Ma a questi appena citati, aggiungerei Barella e Pellegrini. Ma a mio parere, Chiesa è il più forte di tutti. Sembra avere già 5/6 anni di serie A sulle spalle. Correa vs Chiesa… Sarà una sfida molto affascinante. Credo che Inzaghi debba sfruttare le qualità di questo ragazzo: ha colpi e giocate davvero importanti. Su Chiesa mi sono già espresso: lo considero un giocatore già completo e pronto per palcoscenici importanti. Pioli vs Inzaghi… Pioli e Inzaghi sono due tecnici che faranno una carriera fantastica. Pioli è fin troppo e immotivatamente sottovalutato, ma lo reputo un allenatore davvero preparato e bravo. Inzaghi sta facendo benissimo da quando è alla Lazio. In questi tre anni ha dato prova di essere un allenatore preparato. Un pensiero su Astori? Ogni volta che vedo certe immagini mi si gela il sangue. Morire così è davvero inaccettabile. Penso spesso alla sua compagna, alla sua famiglia e a sua figlia. era un ragazzo a modo e sempre composto. L’iniziativa in suo onore è stata davvero emozionante, da brividi, da pelle d’oca. Il messaggio è stato toccante e credo sia arrivato a tutti”.

Cittaceleste.it