19 Gennaio 2021 · 02:15
0.9 C
Firenze

Scanagatta: “Piatek con Vlahovic. No a Caicedo. Commisso e la crisi dello scouting..”

L'opinione di uno dei più grandi giornalisti sportivi per noi sulla viola

Ubaldo Scanagatta

Per parlare del momento viola e fare il bilancio del 2020, Labaroviola in Esclusiva ha contattato Ubaldo Scanagatta, direttore di Ubitennis il sito europeo più visitato del settore e grande appassionato della Fiorentina.

Buongiorno Ubaldo, come valuti il regalo fatto dalla Fiorentina a Torino, inserito in un anno tutt’altro che felice?

“È stata una partita esaltante, la squadra è meravigliosamente sbocciata. Va detto per coerenza che anche a livello di decisioni arbitrali tutto è girato per il verso giusto. Mi riferisco alla mancata espulsione di Borja Valero, la quale avrebbe messo la Fiorentina in evidente difficoltà, dato il fatto che la Juve era riuscita nella ripresa a riprendere campo rischiando di pareggiare.

La gioia viola negli spogliatoi

A livello di annata ed anno solare questa impresa non sposta il giudizio di un 2020 deludente e confusionario”.

In vista del mercato di gennaio la vittoria con la Juventus può trarre in inganno i dirigenti?

“Per assurdo era meglio fosse arrivata una sconfitta, così da far render conto alla società dei problemi e le falle da riempire in chiave mercato. Io aldilà di tutto mi concentrerei su pochi innesti ma che riescano al alzare il livello di qualità”.

Su quali ruoli interverresti come priorità?

“Sicuramente il centravanti, è chiaro l’intento di Prandelli di valorizzare il giovane Vlahovic, il quale a Torino ha confermato che il lavoro serio paga. Resta la necessità di prendere un altro che lo affianchi e sia in grado di sostituirlo, con un’aggiunta di esperienza. Per questo motivo il mio nome preferito è Piatek, uno che sa stare in area più di Vlahovic e che potrebbe reggere il peso dell’attacco all’occorrenza”.

Piatek

La rosa viola ha ancora tanti calciatori fuori dal progetto, quali sono quelli da cedere?

“Sicuramente Saponara che in Italia ha ancora mercato. Più difficile cedere Eysseric, il quale nemmeno in Francia rivorrebbero. Cutrone ha già chiesto la cessione per scarso impiego e poi nomino Pulgar, l’investimento peggiore in questo anno di Pradè. Calciatore senza personalità, ricordo di lui solo passaggi laterali e di tre metri. Alla Fiorentina in quella zona serve tutt’altra pasta di giocatore”.

Foto presa dai profili social della Fiorentina

È terminato il primo anno di presidenza Commisso, come lo valuti?

“Era partito con squilli di tromba e devo dire che i primi mesi sono stati strepitosi per approccio e metodi di inserimento nell’universo Fiorentina. Poi le varie difficoltà burocratiche legate allo stadio nuovo e gli errori dei suoi dirigenti sul mercato lo stanno innervosendo non poco. Da tifoso gli chiederei qual’è il suo progetto tecnico, dato che ultimamente sono arrivati solo calciatori ultra trentenni, che hanno già dato il meglio è che un domani non potrai rivendere e ti ritroverai sul groppone. Avere lo stadio di proprietà non sposta gli equilibri se non è associato ad un modo di fare calcio virtuoso. Per questo mi lego alla questione centravanti, quando leggo dell’interesse per Caicedo, giocatore bravo ma anche lui trentaduenne che verrebbe qua con un triennale che lo porterebbe alla pensione calcistica. Vorrei più gente giovane, possibile non ci siano nei mercati dell’est europeo giocatori buoni per la Fiorentina? Vedo come si muove l’Atalanta, che fa la Champions con giocatori come Malinovsky e Gosens. Questo mi fa capire che anche a livello di scouting stanno meglio di noi”.

Marco Collini

LEGGI ANCHE: CALAMAI, SE LA ROMA NON CHIUDE PER EL SHAARAWY..

Calamai: “Se la Roma non chiude per El Shaarawy è pronta la Fiorentina”

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Odriozola vuole restare al Real Madrid. Lo spagnolo rifiuta tutte le destinazioni

Alvaro Odriozola vuole rimanere al Real Madrid. Rifiutate tutte le destinazioni

Krastev: “Supercoppa? Speriamo di vincere. Felice di allenarmi in prima squadra, mi trovo bene”

"Sono felice di allenarmi con la prima squadra - ha detto Dimo Krastev ai canali ufficiali della Fiorentina -, mi trovo bene sia con...

CALENDARIO