10 Agosto 2020 · 10:16
23.3 C
Firenze

Basile: “A dicembre Spalletti ha rifiutato la Fiorentina. Pradè non rischia”

Massimo Basile, giornalista vicino a Rocco Commisso, ha parlato ai nostri microfoni della scelta del nuovo allenatore della Fiorentina

A Firenze incombe il rebus allenatore. Juric, Spalletti o un nome a sorpresa? Su questo e non solo abbiamo sentito in esclusiva Massimo Basile, giornalista corrispondente a New York del Corriere dello Sport e Repubblica, molto vicino a Rocco Commisso

Massimo Basile, corrispondente a New York del Corriere dello Sport e Repubblica

Capitolo allenatore, è davvero Juric la scelta della Fiorentina per prossima stagione?

“Juric è un nome che la società viola tiene molto in considerazione. Daniele Pradè vorrebbe uno come lui per poter portare alla Fiorentina una filosofia di calcio vicina a quella dell’Atalanta e del Verona, con un budget a disposizione più alto. Però, da quanto mi risulta, non è stata ancora presa una decisione definitiva, che arriverà solo con Commisso, la scelta finale sarà la sua, Rocco non vuole più sbagliare. Tempistiche? Adesso ci siamo davvero, credo che entro 7/8 giorni sapremo il nome scelto. Non escludo un nome di fama internazionale. Fatta la scelta del nuovo allenatore, capiremo le ambizioni della società per il prossimo campionato”

Luciano Spalletti è il preferito dalla piazza. Ci sono possibilità che sia lui il nome scelto?

“Spalletti è uno dei nomi che sono stati valutati dalla società ma non è in pole, a dispetto di quanto si dice non è lui il preferito. Ma non escludo una sua scelta. A dicembre lui ha rifiutato la panchina della Fiorentina perché voleva vincere subito. Adesso magari le cose potrebbero cambiare…”

Daniele Pradè, che quest’anno ha sbagliato tante scelte, è a rischio?

“Pradè non è in bilico, Commisso gli riconosce la scelta di Beppe Iachini, che ha portato punti e tranquillità alla squadra. Qualcuno in società dopo l’esonero di Montella avrebbe scelto Blanc, in quel momento Pradè ha spinto per una soluzione diversa perché il tecnico francese, seppur bravissimo, avrebbe potuto non incidere subito e in quel caso la squadra rischiato seriamente la retrocessione. Non dimentichiamo nemmeno l’acquisto di Cutrone e Duncan a gennaio. Pradè ha un contratto annuale quindi è sempre sotto esame, ma il suo lavoro non è stato messo in discussione. Il direttore sportivo viola è carico, è la prima volta che potrà lavorare con serenità e programmazione, cosa che lo scorso anno, causa cambio società, non è avvenuto.”

LEGGI ANCHE: IL NUOVO ALLENATORE? NON SARÀ DANIELE DE ROSSI. SMENTITO SKY SPORT

CONDIVIDI

1 COMMENT

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIMI ARTICOLI

Nazione, Belotti è il preferito di Commisso ma costa caro. Piatek? Può arrivare per 20 milioni. L’alternativa…

I nomi in ballo per il prossimo attacco della Fiorentina sono Andrea Belotti, Krzysztof Piatek e Mario Mandzukic. L'attaccante del Torino è il primo...

CorSport, Milik alla Fiorentina? L’ipotesi intriga ma c’è da battere la concorrenza della Juve. Le alternative…

Alla Fiorentina serve un bomber da doppia cifra, solo in seguito poi si potrebbe decidere di mandarlo in prestito per fare esperienza al Sassuolo...

CALENDARIO