di Giancarlo Sali

Stamani abbiamo raggiunto telefonicamente ai microfoni di Labaro Viola il noto giornalista Enzo Bucchioni, con il quale abbiamo parlato a 360 gradi di Fiorentina.

Enzo, alla fine Commisso sta avendo gli stessi problemi dei Della Valle, tra politica e burocrazia, per la costruzione del nuovo stadio?

Esattamente sì. Noi accusavamo i Della Valle di non voler presentare il progetto esecutivo finale, ma non avendo sicurezze non se la sentivano giustamente di spendere 6-7 milioni (tanto ci voleva) per realizzarlo. Ok la variante urbanistica, ma il trasferimento della Mercafir resta un’incognita sui tempi.

Stiamo chiudendo a tutti nostri interlocutori, in questa fase ancora iniziale di Campionato, di pronosticare la posizione che la Fiorentina avrà a maggio, e quindi lo chiediamo anche a te….

L’anno scorso dissi 9′-10′ posto, e finimmo invece 16′. Quest’anno come organico saremmo da 10′ posto, anche dietro a squadre come il Cagliari, che si è rinforzato tanto e può lavorare con lo stesso allenatore della scorsa stagione. Ma il calcio poi è strano e se penso all’esplosione di Castrovilli o al rendimento fin qui monumentale di Caceres posso dire che siamo da 7′-8′ posto, a ridosso dell’Europa League, perchè comunque il Torino ha un organico migliore ed il Milan si riprenderà.

Non dobbiamo dimenticarci mai che questo per noi è un anno di transizione, Commisso è arrivato a giugno, Pradè ha potuto cominciare a lavorare ufficialmente dal 1 luglio. La squadra per l’Europa verrà fatta l’anno prossimo.

A proposito di calciomercato, che movimenti ti aspetti dalla Fiorentina a gennaio?

So che stanno cercando un centrocampista forte fisicamente perchè Benassi è il sostituto di Castrovilli, ma per gli altri 2 posti, nonostante Montella stimi molto Zurkowski, il ragazzo polacco è ancora acerbo. Piace Amrabat del Verona (in prestito dal Club Bruges, ndr). Ma molto dipenderà anche dalla classifica che avremo a gennaio.

Mi confermi comunque che il tesoretto da 30 milioni per De Paul è rimasto in cassa e può essere speso?

Certo, in estate l’Udinese chiedeva 40 milioni e poi è scesa a 35 per il cartellino del suo giocatore, ma la Fiorentina arrivava a 30 milioni, che poi sono rimasti in cassa. A proposito, il discorso de Paul non si può riaprire a gennaio come molti scrivono, semmai a giugno.

Il giocatore che ti ha colpito di più fin qui?

Senza dubbio Castrovilli: un 97 esordiente in Serie A, ha dimostrato personalità, capacità di gestire con intelligenza il pallone, fino alla scorsa giornata era il calciatore con più dribbling riusciti di tutto il campionato. Avrà una carriera straordinaria.

Pensi che quando Pedrò entrerà in forma, Montella cambierà modulo?

Anche prima, la Fiorentina deve saper cambiare modulo nella stessa partita o in più partite diverse a seconda dell’avversario. Credo che quando la squadra sarà entrata pienamente in forma e si sarà amalgamata visto che è così nuova, Montella riproporrà anche senza Pedro (che se ritorna quello di prima del grave infortunio è fortissimo) un modulo (3/4/3 o 4/3/3) con un centravanti e 2 esterni d’attacco.