4 Marzo 2021 · 23:06
9.5 C
Firenze

Commisso ha fiducia nei tifosi, nelle istituzioni un po’ meno. Vittoria per la classifica

Ottima prova da squadra. Il presidente suona la carica, se perdevano oggi, li avrei criticati. Stadio in stand by


A fine gara durante le interviste di rito, il presidente Rocco Commisso, ha risposto a più quesiti. Punzecchiato sulla questione fiducia, dal giornalista di DAZN, ha risposto altrettanto punzecchiando indirettamente le istituzioni, con un : “
ho fiducia nei tifosi, quelli si”.

Ad inizio intervista era tornato sul tema stadio e centro sportivo, chiarendo il fatto che la sua presenze a Firenze verteva sopratutto su questi aspetti. Aveva detto infatti: “ a Firenze ci sono cose più importanti, adesso”.

Mi viene da pensare che in questo momento la cosa più importante da pensare era quella di muovere la classifica, e fortunatamente ci siamo riusciti.

Ma il presidente oltre al calcio giocato, vuole lasciare qualche cosa di più a questa squadra. Parlando di centro sportivo ha detto chiaramente che finalmente, dopo 90 anni la Fiorentina avrà qualcosa di proprietà.

Nulla da eccepire, ma vede caro presidente, noi oltre a tutto queste cose che tra l’altro sono essenziali, vorremmo tornare a stare lì tra le grandi e magari un giorno tornare a vincere, perché no, uno scudetto.

Ha concluso dicendo fin quando i tifosi mi vorranno qua, non me ne andrò.

Sicuramente noi tutti vogliamo bene al presidente per quello che ha fatto e continuerà a fare per noi, ma con gli stadi aperti la musica cambia, e allora c’è bisogno caro presidente di non farsi trovare impreparati e piazzare qualche colpo in questo mercato, ed iniziare subito dal 2 febbraio a programmare la stagione che verrà.

Non mi sento di esprimermi su quali mosse fare a giugno, non faccio ne il DS ne lo stratega di calcio, ma basti pensare che Lirola, Duncan, Pedro, e forse qualcun altro che danno in partenza, qualcosa deve pur insegnare, o no ?

Quindi mi auguro che lei sceglierà bene i suoi uomini.

Fatta questa premessa, c’è da dire che questa sera la squadra ha prodotto un buon gioco, anche se le occasioni vanno concretizzate. Perché sul 2-1 aleggiava di nuovo quella paura che è stata la nostra caratteristica fin qui.

Vlahovic ha avuto parecchie occasioni, ma manca ancora di cattiveria, di posizioni, di movimenti, ma soprattutto di scelte.

Foto di proprietà di ACF Fiorentina. Riproduzione vietata ©

In un paio di volte occasioni infatti ha fatto la scelta sbagliata è quella scelta ci avrebbe portato sul 3-0 e fine dei discorsi, evitando così la sofferenza finale, alla quale ahimè ormai ci siamo abituati.

Queste partite vanno chiuse subito.

Questa partita ci e stata utile anche per vedere quel Junior Messias finora accarezzato, che con molta probabilità la Fiorentina farà un affondo nel prossimo mercato.

È un giocatore che manca da parecchio a Firenze, per caratteristiche, estro e genio. Speriamo bene.

Una vittoria questa che comunque ha smosso la classifica è dato aria alla squadra.

Domenica ci aspetta il Torino dei fratelli granata, anche loro in gran difficoltà ma con margini di miglioramento, l’unico risultato plausibile deve essere la vittoria, vincere aiuta a vincere, Prandelli docet!

E allora che sia vittoria anche domenica, e proviamo a risalire la classifica, dopodiché vendichiamo la sconfitta in Coppa Italia contro l’Inter e giochiamocela alla pari e ricordiamoci che RAPPRESENTIAMO FIRENZE!

Avanti viola!

Francesco Pistola

LEGGI ANCHE : PRANDELLI: “SIAMO STATI SQUADRA, LA VITTORIA PORTA AUTOSTIMA. MI PIACE VEDERE UNA SQUADRA CONSAPEVOLE”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Hugo: “Davide ci ha lasciato tanti insegnamenti da non dimenticare mai”

L'ex difensore centrale della Fiorentina, Vitor Hugo, ha rilasciato un'intervista su Radio Bruno e ha parlato del suo amico ed ex compagno di squadra,...

CALENDARIO