Solo nella giornata di ieri il direttore generale della Fiorentina Pantaleo Corvino ha detto, su precisa domanda, che la situazione riguardo al portiere è molto chiara: “Il titolare è Tatarusanu, poi c’è Dragowski e poi come terzo Lezzerini”. Una situazione chiara, almeno secondo le parole del direttore generale della Fiorentina.

Ma la realtà di casa viola è molto diversa, almeno secondo il tecnico Paulo Sousa, perché per il tecnico portoghese la situazione non è quella detta da Corvino. Infatti Tatarusanu è l’indubbio primo portiere ma come secondo portiere Sousa preferisce e sceglie Lezzerini, come dimostrato anche questa sera quando in Europa League l’allenatore viola ha scelto il giovane italiano mandando addirittura in tribuna il polacco Dragowski.

La prestazione di Lezzerini è stata disastrosa, e ha fatto riemergere il problema dei due giovani portieri viola. Dragowski è l’investimento della società e la grande scommessa di Corvino, da tutti descritto come uno dei più forti portieri giovani d’Europa, ma secondo Sousa la realtà è opposta. Con Lezzerini, che quest’estate sarebbe dovuto andare via un prestito, che continua ad essere il vero vice Tatarusanu.

Non sappiamo come si risolverà questa situazione, da una parte l’investimento su un giovane talento, dall’altro Lezzerini, disastroso oggi in campo ma preferito da Sousa che in questo modo sta bruciando il giovane portiere polacco. Solo il giorno prima Corvino aveva annunciato la gerarchia, il giorno dopo Sousa lo ha smentito sul campo. Chissà come l’avrà presa Pantaleo…

 

 

Flavio Ognissanti

Comments

comments