2 Dicembre 2021 · 23:08
6.5 C
Firenze

Sconcerti: “Iachini è stato trattato come un ritardato, gli dobbiamo delle scuse. Questa società mi sconforta”

Le parole di Mario Sconcerti ai microfoni del Pentasport

Sconcerti

Mario Sconcerti, è un giornalista ed ex direttore generale della Cecchi Gori Group, è intervenuto ai microfoni del PentaSport, trasmissione di Radio Bruno Toscana per commentare i temi caldi in casa Fiorentina. Ecco le sue parole:

PESSIMISMO CLASSIFICA “Abbiamo tutte le grandi squadre in casa, ma con Roma e Milan siamo andati vicino a fare punti. Bisogna continuare ad avere paura, per non abbassare l’attenzione”.

PRANDELLI “Non credo Prandelli abbia sofferto il mandato a scadenza, conosceva bene questo suo status. Rifiutare uno come Cesare mi sembra assurdo, con le qualità umane che lo contraddistinguono. Lavorare per lui significava farlo per sé stessi. Stiamo parlando di giocatori modesti, non di fenomeni”.

IACHINI “A Iachini bisognerebbe chiedere scusa, l’atteggiamento intorno a lui è stato sbagliato. Abbiamo trattato Iachini come un ritardato, uno che vive in un’altra dimensione”

TABULA RASA “Sono state sbagliate tante cose, c’è stata un’approssimazione e una voglia di scommesse esagerata. Una società affidata a Barone, Pradè ed Antognoni mi sconforta. Fuorché per Giancarlo che dubito possa aver inciso molto nelle decisioni dirigenziali”.

BARONE “Qual è l’idea di società che muove Barone? Me lo chiedo, ma non so proprio individuare una linearità di pensiero o azione dirigenziale. Il problema di un presidente lontano è che lo si viene a conoscere un po’ alla volta. Adesso vedo una società all’osso che si trova ad improvvisare ruoli, come con Pradè che si occupa di comunicazione”.

SARRI “La Fiorentina ha contattato Sarri tramite Pradè, ma lo reputo un errore perché l’ex Napoli è abituato a parlare direttamente con i presidenti”.

GATTUSO “Può essere un nome giusto, a Napoli l’ho visto lavorare bene. Lo conosco e credo sia un ottimo allenatore. Il fatto che sia calabrese non può che far piacere a Commisso”.

MIRABELLI “Al Milan ha portato cinque giocatori dell’attuale formazione titolare, ma ebbe a disposizione 250 milioni per la campagna acquisti. Ha fatto cose buone e altre molto meno”.

LEGGI ANCHE:

La Curva Fiesole saluta Prandelli: “Prima l’uomo dell’allenatore, per sempre fieri del tuo amore!”

La Curva Fiesole saluta Prandelli: “Prima l’uomo dell’allenatore, per sempre fieri del tuo amore!”

 

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO