18 Gennaio 2021 · 18:48
5.7 C
Firenze

Rivoluzione attacco: Eysseric ecco la richiesta. Via anche Thereau, Sottil e Vlahovic. In entrata…

Come ricorda il Corriere Fiorentino, nella scorsa estate il reparto è stato praticamente rivoluzionato: dentro Pjaca, Mirallas, Vlahovic e Sottil (promosso dalla Primavera), fuori Babacar (già a gennaio) Falcinelli e Gil Dias. Sette mesi dopo però (appunto) siamo sempre lì. La difesa funziona, il centrocampo segna come nessun altro in Serie A ma, la davanti, i conti non tornano. Quattro reti Simeone, 2 Chiesa e Mirallas, mentre da Pjaca è arrivato uno squillo soltanto. E così, tutto è pronto per la (contro)rivoluzione. Sia in entrata, che in uscita. Resteranno sicuramente Simeone, Chiesa e Mirallas, così come lo stesso Pjaca (nonostante tutto) pare destinato a concludere la stagione a Firenze. Con una differenza, rispetto ad inizio campionato: il croato, oggi come oggi, è a tutti gli effetti una «riserva». Gli altri, son tutti in uscita. Per Thereau, per esempio, si spera che arrivi la proposta di qualche squadra impegnata nella lotta per non retrocedere. Si è parlato di Spal, Bologna e Genoa, per esempio. E poi Eysseric che, giusto qualche giorno fa, ha espresso tutta la sua voglia di andarsene. Probabile che faccia ritorno in Francia, magari al Nizza, anche se per farlo partire la Fiorentina chiede (almeno) 4 milioni. Discorso diverso per Sottil. Il giovane esterno non ha trovato quasi mai spazio e si cercherà una soluzione in prestito che gli permetta di esprimersi con continuità. E Vlahovic? Corvino vorrebbe tenerlo, ma dipenderà (molto) dal mercato in entrata. E qua veniamo alla questione sicuramente più affascinante. L’obiettivo è regalare a Pioli (almeno) un rinforzo. Un giocatore capace di giocare con o al posto di Simeone. Gabbiadini, in questo senso, era il nome perfetto. Non a caso i viola si son mossi con largo anticipo col Southampton, cercando di capire se ci fossero i margini per un’operazione in prestito con diritto di riscatto. La risposta del club inglese però è stata scoraggiante visto che, per la punta italiana (nel frattempo tornata a giocare con continuità) ha chiesto (circa) 20 milioni. Troppi. Eppure, la pista, non è ancora tramontata. Più semplice arrivare a Sansone. Oggi, c’è lui in pole. Il Villarreal può ragionare sulla formula gradita ai viola, e l’ingaggio non è così elevato. Può fare sia l’esterno che la seconda punta, e muore dalla voglia di tornare in Italia. Altro nome da tenere in considerazione è quello di Muriel, così come piace Stepinski, del Chievo. Resta Balotelli. Dalla Fiorentina piovono secche smentite eppure, qualche discorso, c’è stato. Una (pazza) idea, forse irrealizzabile, ma qualche pensiero c’è stato.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

“Il Comune di Firenze interverrà sul restyling del Franchi, costerà più di 100 milioni di euro”

“Esprimo soddisfazione – spiega il presidente della Commissione cultura e sport di Palazzo Vecchio Fabio Giorgetti – per la scelta del Sindaco Dario Nardella...

Umiliati e quella frase di Prandelli su Ribery. Intanto si scalda il calciomercato

Ieri si è consumata una delle più grosse umiliazioni subite dalla Fiorentina nella sua storia calcistica. Il risultato è alquanto “strano” perché arrivato dopo...

CALENDARIO