5 Marzo 2021 · 01:01
8.9 C
Firenze

Non solo Vlahovic e Castrovilli: la vittoria dei gregari

Il consueto punto settimanale sulla Fiorentina raccolto in un breve editoriale preparato per Labaro Viola. Finalmente decisivi i subentrati.

La Fiorentina è tornata al successo ed è stata una vittoria non banale, perché se anche tutto lo Spezia vale soltanto due milioni in più rispetto al costo sostenuto dai viola per il solo acquisto di Amrabat (almeno così “poco” l’ha pagata il suo ultimo patron, lo statunitense Robert Platek) ed il monte ingaggi dei liguri è poco sopra l’un terzo del nostro, la squadra di Italiano veniva da ottimi risultati, culminati con l’affermazione per 2-0 sull’ex capolista Milan.

Resta però, per i parametri enunciati sopra, un successo importante, quanto doveroso!

Dopo un primo tempo scialbo, la squadra gigliata ha regalato ai propri tifosi una seconda frazione buona grazie ai tre tenori: Castrovilli, Vlahovic ed Eysseric. Finalmente 3 goal segnati in una sola partita, accompagnati da 0 presi! Ed auguri a Prandelli per la sua vittoria numero 100 sulla panchina della Fiorentina in Serie A!

Castrovilli assoluto migliore in campo (partito dalla panchina, che è sembrata fargli bene, ed entrato solo per l’infortunato Bonaventura) ma, come scritto pure nel titolo di quest’articolo, si è trattato anche della vittoria dei gregari, spesso contestati.

Fiorentina
Foto di proprietà di ACF Fiorentina. Riproduzione vietata ©

L’entrata in campo di Eysseric, infatti, ha chiuso le linee di passaggio verso il regista tuttofare dello Spezia Ricci, che nel primo tempo aveva giganteggiato in mezzo al campo, ed il francese è stato decisivo anche in fase offensiva, non soltanto per la terza rete segnata, ma dimostrando di possedere davvero una buona tecnica di base.

E lo stesso Venuti, che Prandelli stima così tanto da averlo promosso in pianta stabile tra i titolari, non ha sfigurato, così come Pulgar e Biraghi. Insomma una rivincita per tanti calciatori, che speriamo non resti un fatto isolato.

Infatti ora serve assolutamente trovare una continuità di risultati, per salvarci tranquillamente e con largo anticipo (in fondo le ultime 3 della classe vanno lentissime e sembrano già con un piede mezzo in Serie B): basti pensare che con questa vittoria siamo 10 punti sopra al Cagliari terz’ultimo! Serve tempo per iniziare a programmare il futuro con gente nuova nei ruoli chiave di allenatore e direttore sportivo. Prandelli e Pradè, eventualmente, resteranno ma con compiti diversi.

Chiudiamo la nostra analisi proprio con Prandelli, che si è dimostrato con lo Spezia bravo (il cambio di Eysseric al posto di Kouamè ha stravolto la partita) e fortunato: Castrovilli, il migliore in campo, protagonista in tutte e tre le azioni che hanno portato in rete la Fiorentina, è entrato solo perché Bonaventura si è infortunato ma, ripetiamo, la stessa panchina lo ha rimotivato tantissimo, e lo si è visto nel suo atteggiamento in campo, ben diverso da quello delle ultime gare disputate.

E così abbiamo smentito la statistica, proprio con Castrovilli ed Eysseric, che ci vedeva come una delle pochissime compagini del Campionato a non aver mai trovato reti da chi era subentrato dalla panchina.

Giancarlo Sali

LEGGI ANCHE, REPUBBLICA, CASTROVILLI GOL ED ASSIST, IL GIOIELLO VIOLA È TORNATO: ORA SOGNA L’EUROPEO

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Hugo: “Davide ci ha lasciato tanti insegnamenti da non dimenticare mai”

L'ex difensore centrale della Fiorentina, Vitor Hugo, ha rilasciato un'intervista su Radio Bruno e ha parlato del suo amico ed ex compagno di squadra,...

CALENDARIO