26 Gennaio 2022 · 18:52
9.7 C
Firenze

I quattro punti sulla Juventus ci interessano poco. Vogliamo tornare nei posti che meritiamo

È giusto ricalcare i 4 punti ottenuti sulla Juventus, ma per tornare a sognare ci vuole programmazione e umiltà

Foto di proprietà di ACF Fiorentina. Riproduzione vietata ©

Si poteva scrivere la storia oggi e si poteva vedere la classifica con più tranquillità, invece niente, ci toccherà soffrire fino alla fine

Che peccato! Bisognava approfittare di questa Juventus scialba e senza gioco. Un primo tempo perfetto della Fiorentina, ma quel pareggio a bruciapelo ad inizio secondo tempo ci ha rovinato la domenica e la classifica.

Il solito errore dell’ex capitano (ormai) Pezzella che non sale insieme alla linea difensiva ed un tiro cross non proprio imparabile di Morata. Dragowski ancora una volta bravo nei pali, ma molto insicuro nelle uscite e nei cross degli avversari.

Sono veramente tre punti buttati, perché nel finale se Ribery avesse avuto ancora un po’ di gas e lucidità la potevamo pure vincere, ora ci tocca soffrire da qui a fine campionato, con un rush finale che si preannuncia scoppiettante ed al cardio palma.

Foto di proprietà di ACF Fiorentina. Riproduzione vietata ©

Non è tutto da buttare comunque, il cucchiaio di Vlahovic ne è la prova. Con quel gesto il giovane attaccante viola ha messo il punto esclamativo sulla sua crescita. Quel cucchiaio l’ha pensato e la trasformato quasi a dire: “ ora ti faccio vedere io come ti abbatto”. Questo ragazzo ha fatto una crescita enorme grazie a Prandelli, e c’è lo dobbiamo tenere stretto con un rinnovo consono alle sue prestazioni.

Si sta caricando veramente la squadra sulle spalle senza se e senza ma, ed il rinnovo va fatto in fretta per evitare un Chiesa bis.

Tornando alla partita, questa volta il buon Iachini la preparata veramente bene. Penso che chiunque quando ha visto la formazione avrà storto il naso a vedere Igor da una parte e Venuti dall’altra più i tre difensori, ed invece ha funzionato benissimo tutto il reparto. Igor sta diventando sempre più una garanzia, ed in quella posizione non ha fatto per niente rimpiangere Biraghi, anzi quando quest’ultimo gli è subentrato la squadra è sembrata molto più fragile sull’out di sinistra. Se Biraghi non giocava più con Prandelli, una ragione ci sarà.

Dicevamo del rush finale, ecco le partite che mancano:

Bologna-Fiorentina

Fiorentina-Lazio

Cagliari-Fiorentina

Fiorentina-Napoli

Crotone-Fiorentina

La Fiorentina per stare tranquilla ed arrivare allo scontro diretto con il Cagliari dovrebbe riuscire a prendere almeno 3 punti fra Bologna e Lazio, e giocarsi la salvezza proprio a Cagliari. Non è una missione impossibile, questi giocatori devono solo trovare la consapevolezza dei loro mezzi, perché parliamoci chiaro questa non è una squadra da salvezza, anzi, con questi giocatori si poteva fare un discreto campionato da ottavo posto almeno, e invece un involuzione mentale e la mancanza di obiettivi veri ed i vari avvicendamenti in panchina, hanno portato a questa situazione deprimente!

Non me ne vogliano i più ma la squadra vista oggi ci fa capire che alla fine Pradè ha fatto un buon lavoro, ma il collante scelto (l’allenatore) dal presidente ha rovinato qualsiasi progetto di gioco e di ambizioni. Spero vivamente che Commisso faccia un ammissione di colpe e lasci lavorare i suoi manger. Oggi ha dichiarato che abbiamo fatto 4 punti contro la Juventus, se avesse scelto l’allenatore giusto, forse ci potevamo togliere anche qualche sfizio in più, touchè!

Adesso la zona retrocessione è solo a 3 punti, ma non bisogna fossilizzarsi solo sul Cagliari, la lotta si è fatta molto più invischiata adesso, ci sono anche Spezia, Benevento e Torino.

Non dobbiamo mollare di un centimetro e dobbiamo restare sempre sul pezzo da qui a fine stagione. Quando questo scempio sarà finito  tireremo le somme, e come hanno detto ieri i tifosi della Fiesole, chi vorrà restare resterà e chi vorrà partire medaglina e via.

Vogliamo vedere cinque finali Champions, la maglia va onorata fino alla fine, lo vuole la nostra storia, una città intera ed i tifosi viola nel mondo.

Avanti Viola!

Francesco Pistola

LEGGI ANCHE: COMMISSO: “RINGRAZIO AMRABAT E RIBERY, GIOCATO SENZA BERE NÈ MANGIARE. VITTORIA MANCATA, 4 PUNTI CONTRO JUVENTUS”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO