Il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina, ha rilasciato alcune dichiarazioni a La Gazzetta dello Sport a proposito del fallimento di Russia 2018 e delle varie ripercussioni. Così Gravina: “Mi dispiace, non ce l’ho con lui, anzi non è nemmeno il primo responsabile, ma il calcio italiano ha bisogno di una svolta, dobbiamo assumerci tutti la responsabilità. Cosa farà domani? I consiglieri della Lega Pro con cui mi sono confrontato in questi giorni vogliono le dimissioni di questo Consiglio federale. E, onestamente, le richiede anche la stragrande maggioranza delle nostre società. Tavecchio? A cominciare dai rappresentanti di tutte le componenti del Consiglio. Poi, certamente si richiede un passo indietro del presidente Tavecchio, anche se, ci tengo a dirlo, non è l’unico né, forse, il primo responsabile. Cosa dovrebbe fare Tavecchio? Dimettersi e accompagnare la Federazione alle elezioni, tra due o tre mesi. Può resistere? Sì, ha ancora la sua maggioranza. Sempre che Sibilia continui a sostenerlo e non tragga conseguenze diverse di fronte a un quadro “politico” mutato”.

Comments

comments