19 Gennaio 2021 · 03:38
0.3 C
Firenze

Foschi, ex all.Maleh: “Youssef un Bonaventura giovane. Fra due anni in Nazionale. Alla Fiorentina..”

Esclusiva col tecnico che ha lanciato Maleh

Luciano Foschi ex tecnico del Ravenna

Parlando del probabile nuovo acquisto della Fiorentina Youssef Maleh, abbiamo contattato Luciano Foschi, il tecnico che alla guida del Ravenna lo lanciò in serie C nella stagione 2018’/2019′.

Buonasera Luciano, quale fu la prima impressione del ragazzo?

“Quello era un Ravenna con tanti giovani che ho avuto il piacere di far esordire. Youssef era quello più avanti di tutti, lo facevo giocare non per l’obbligo di schierare gli under ma bensì per le sue qualità. Era un diamante grezzo, l’ideale per un allenatore. Ho potuto plasmarlo al meglio, da parte sua ci ha messo attenzione e voglia di apprendere, una ‘spugna’ nel capire i concetti di campo”.

Qual’è la sua posizione nella quale rende al meglio, ricorda Bernardeschi?

“Non proprio, Federico è più attaccante. Magari gli assomiglia nelle movenze. Youssef è più un interno di centrocampo, nei tre o nei cinque si posiziona sul centro-sinistra. È dinamico e conosce i tempi di inserimento. Anche quando viene puntato è difficile da saltare, se questo accade non demorde rincorrendo l’avversario. Dote quest’ultima tanto cara agli allenatori. Rivedo in lui Bonaventura giovane, anzi se davvero arrivasse alla Fiorentina potrebbe ispirarsi ancora meglio nell’ex milanista. Mancino naturale, possiede anche un bel tiro”.

Youssef Maleh

Lo ritieni pronto per la Serie A?

“Senza dubbio, lasciandoli un periodo per entrare nel meccanismo della massima serie. Sono convinto che nel giro di due anni arriverà in Nazionale maggiore”.

Ti sei fatto un’idea dei problemi della squadra viola?

“Detto che Prandelli è un amico, a prescindere da questo so bene quanto sia bravo nel far crescere le sue squadre. Vedendo anche la gara con la Lazio, si fa fatica ad accompagnare l’azione in avanti. Questi sono segnali di paura, il centrocampo e la difesa rinunciano ad accorciare e Vlahovic in questo caso resta solo. Confido nell’esperienza di Cesare per risollevare la squadra”.

Marco Collini 

LEGGI ANCHE: SCOPRIAMO YOUSSEF MALEH, IMPREVEDIBILITÀ E DRIBBLING..

Scopriamo Youssef Maleh: Imprevedibilità, dribliing, corsa ed un sinistro che canta. Viene paragonato a Bernardeschi

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Odriozola vuole restare al Real Madrid. Lo spagnolo rifiuta tutte le destinazioni

Alvaro Odriozola vuole rimanere al Real Madrid. Rifiutate tutte le destinazioni

Krastev: “Supercoppa? Speriamo di vincere. Felice di allenarmi in prima squadra, mi trovo bene”

"Sono felice di allenarmi con la prima squadra - ha detto Dimo Krastev ai canali ufficiali della Fiorentina -, mi trovo bene sia con...

CALENDARIO