Lo ha detto pure Stefano Pioli: sul mercato, in mezzo al campo, si interverrà solo con elementi in grado di far fare alla Fiorentina un salto di qualità. E, per verificare se davvero ci sarà l’occasione giusta servirà aspettare che sullo scacchiere delle trattative sia fatta la prossima mossa.

L’unica vera priorità, al momento, è piuttosto quella di formalizzare due cessioni, Eysseric da una parte e Thereau dall’altra. Senza queste cessioni, come scrive il Corriere dello Sport, non ci saranno acquisti.

Per questo motivo è saltato l’arrivo di Gabbiadini, con Thereau che sta rifiutando tutti e con un reparto che così, almeno numericamente, resta al completo.

Per Eysseric invece si sono fatti avanti Nizza e Saint Etienne, ma ancora manca l’offerta giusta. Vale lo stesso discorso fatto per Thereau. Queste due mancate cessioni, bloccano tutte le possibili entrate della Fiorentina.

In mezzo al campo, invece, i nomi che solleticano la fantasia sono del Napoli, da una parte Rog, corteggiatissimo dallo Schalke, e dall’altra Diawara, anche se servirà la combinazione di diversi fattori, che non dovranno riguardare in alcun modo promesse di futuro trattative per i talenti viola.

Al direttore sportivo napoletano Giuntoli piace tantissimo Veretout, come ha rivelato lo stesso Giuffredi, agente del calciatore, ma la Fiorentina non ha alcuna intenzione di mettere sul piatto sconti futuri, né per lui né tanto meno per Federico Chiesa, su cui si sono posati da tempo gli occhi dei top club internazionali. Si aspetteranno le prossime settimane, vigili da tutti i punti di vista, pronti ad intervenire rapidamente. Ma il Napoli per il centrocampista vuole la prelazione su un gioiello viola.