20 Luglio 2024 · Ultimo aggiornamento: 10:59

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Borja Valero: “L’addio un dolore. A Chiesa nulla da rimproverare a livello professionale”
Rassegna Stampa

Borja Valero: “L’addio un dolore. A Chiesa nulla da rimproverare a livello professionale”

Redazione

12 Ottobre · 10:56

Aggiornamento: 12 Ottobre 2020 · 11:03

Condividi:

Borja Valero in allenamento con la Fiorentina

Borja Valero ha parlato in esclusiva al Corriere fiorentino, queste le sue parole:

«Quando ho saputo che non avrei rinnovato il contratto sono arrivate offerte anche pluriennali, ma il mio legame con questa città e questo club è speciale. Davanti alla Fiorentina non ho avuto dubbi».

Se la sente una volta per tutte di dire come andò il suo addio?
«Non ha senso tornare sul passato. Fu un momento difficile, resta comunque un motivo in più per essere felice di questo ritorno».

E il presidente Commisso che impressione le ha fatto?
«Mi ha molto colpito. Ha grande passione e grande entusiasmo, ce lo dimostra ogni volta che viene al campo. Lui e la sua famiglia ci stanno vicino e il loro supporto, come quello del dg Barone, è costante».

Gli ha mica detto a Iachini che Borja non si pronuncia «Borgia»?
«Non è l’unico che sbaglia (ride, ndr). Pian piano lo imparerà…»

Questa Fiorentina dove può arrivare?
«Ha potenzialità e margini di miglioramento. Rispetto a quando giocavo qui sono cambiati gli equilibri del campionato, a quei tempi siamo stati bravi ad approfittare di un calo delle big, oggi dobbiamo pensare solo a fare più punti possibile».

Lasciò Chiesa esordiente, l’ha ritrovato con le valigie in mano…
«Non entro nel merito, evidentemente ha fatto quello che pensava fosse più giusto. Però tutti hanno visto fino all’ultimo minuto dell’ultima partita quale sia stato il suo contributo. Professionalmente non gli si può imputare niente».

Callejon è l’uomo giusto per sostituirlo?
«Josè è un calciatore importantissimo. Ha vinto scudetti, giocato in Nazionale e disputato numerose gare di Champions. Ci darà un grandissima mano».

Il suo arrivo porta esperienza, al pari di Callejon e Ribery, sarete voi i leader?
«Ci sono tanti calciatori che fanno sentire il loro peso nello spogliatoio, alcuni parlando, altri con i comportamenti. Ci sono più leader, oltre al nostro capitano Pezzella».

LEGGI ANCHE, MILENKOVIC NON VUOLE RINNOVARE, A FINE STAGIONE SARÀ CESSIONE. LE ULTIME

Repubblica, Milenkovic non vuole rinnovare con la Fiorentina, sarà cessione a fine stagione. I dettagli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio