17 Aprile 2021 · 04:42
7.3 C
Firenze

Bigica: “Abbiamo meritato la finale. Vogliamo regalare a Commisso il primo trofeo in viola”

Queste le parole rilasciate dopo il passaggio del turno di Coppa Italia da Emiliano Bigica mister : “Dopo una partita dal contenuto agnostico così alto sono sfinito. In palio c’era difendere il nostro titolo che tanto abbiamo sofferto per cucirci addosso questa coccarda. La Juventus partiva in vantaggio, i miei ragazzi però hanno avuto un approccio importante per fortuna, abbiamo aggredito alto e ci siamo riusciti secondo me meritando nelle due partite questo raggiungimento della finale anche con un pizzico di fortuna. Sì Samuele Spalluto era galvanizzato dal gol di sabato, è un ragazzo che fino allo scorso anno non vedeva mai il campo, quest’anno si è ritagliato uno spazio importante ed oggi insieme agli altri è stato l’artefice del raggiungimento di questo risultato. Purtroppo in campionato non stanno molto arrivando, dobbiamo raggiungere il prima possibile una tranquillità in classifica. Sì Peccato Lovisa, Fiorini e Dalle Mura assenti per la finale, c’è però chi può sostituirli, è un gruppo omogeneo chiunque viene chiamato in causa dà sempre il suo contenuto. La Juventus sfrutta soprattutto le mezze ali. Sapevamo che un gol l’avremmo fatto, siamo stati bravi a trovare le situazioni giusti. Sono molto arrabbiato per i due gol presi, soprattutto per quello al 95′. Abbiamo ancora dei blackout e questo non va bene. Abbiamo meritato il passaggio del turno. Per noi era fondamentale raggiungere la finale, siamo molto felici. Il lunedì ci ritroviamo sempre dopo grandi prestazioni a leccarci le ferite, bisogna essere meno belli e più concreti. Dedico il risultato a tutta Firenze ed al Presidente Commisso, speriamo di regalargli la prima gioia in viola”.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

TMW, Gattuso sarà il prossimo allenatore della Fiorentina: pronto biennale con opzione a 2 milioni

La Fiorentina ha rotto gli indugi e ha scelto l'allenatore per la prossima stagione. Tutti gli indizi portano a un nome: Gennaro Gattuso. L'accelerata...

CALENDARIO