29 Ottobre 2020 · 09:15
10.9 C
Firenze

Adani: “La Fiorentina mi ha insegnato a vivere. Vi racconto Batistuta e Trap”

Il noto commentatore tecnico di Sky Sport Lele Adani ha parlato del suo passato a Firenze con la maglia della Fiorentina

Adani con la maglia della Fiorentina

Daniele Adani, ex difensore della Fiorentina e oggi commentatore tecnico per Sky Sport, è stato intervistato dall’AS Roma Match Program, queste le sue parole registrate da vocegiallorossa.it:

Firenze, il giglio, la Fiorentina, dal 1999 al 2002. Cosa resta di quei tre anni?
“Tantissimo. Fu il mio approdo in una grande squadra, a 25 anni, venendo dal Brescia. È stata un’esperienza che mi ha segnato come calciatore e come uomo. Dopo un mese debuttavo in Champions League segnando un gol (nel preliminare contro il Widzew Lodz, ndr). Ero in una squadra fortissima, di talento e personalità. Col tempo diventai titolare, dopo circa tre mesi. Ed era un periodo d’oro per la Serie A. Era il momento delle così definite Sette sorelle”.

E tra queste sette c’era la Fiorentina.
“C’era Gabriel Omar Batistuta, c’erano Predrag Mijatovic, Manuel Rui Costa, Angelo Di Livio, Jorg Heinrich che aveva vinto Champions e Intercontinentale con il Borussia Dortmund. C’era soprattutto Giovanni Trapattoni in panchina”.

Uno dei suoi mentori, Trapattoni. La portò anche in Nazionale negli anni successivi.
“Beh, Giovanni Trapattoni non è che stato tanto importante per il sottoscritto. È stato uno degli allenatori più importanti nella storia del calcio italiano. Tecnico incredibile, molto più evoluto di quello che si voleva far credere. Schierava spesso tanti uomini offensivi, dando equilibrio e vittorie alle sue formazioni. Era un gioco basato più sulla determinazione e l’applicazione dei singoli, più che di trame tattiche e strategie, ma sapeva fare calcio. E le squadre spesso segnavano molti gol”.

A proposito di gol, ha già menzionato Batistuta.
“Batistuta aveva un carisma naturale, molto interiore e poco visibile. Ma quello che aveva dentro lo sprigionava tutto sul terreno di gioco. Potenza pura. In alcuni momenti trascinava letteralmente i compagni con le giocate e segnando gol”.

SIMEONE: A FIRENZE ERO IL PIÙ FORTE DEGLI ATTACCANTI. ADESSO LA MIA FIDANZATA NON VUOLE PIÙ TORNARCI

Simeone: “Fiorentina? Ero più forte degli altri attaccanti. La mia fidanzata non vuole più tornare a Firenze”

 

CONDIVIDI

1 COMMENT

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIMI ARTICOLI

Nazione, Ribery, la Fiorentina ha ritrovato il suo leader. Questa è l’ottima notizia della gara di ieri

Ieri la Fiorentina ha rischiato fino all'ultimo di essere rimontata da un club di Serie C. Cutrone ha preso male la sostituzione ma un...

Gazzetta, la Fiorentina soffre (e non poco) contro il Padova. Prova sicuramente non piaciuta a Commisso

La Fiorentina sfrutta al meglio la confusione iniziale degli avversari, scrive La Gazzetta dello Sport. E al 10' passa con il primo gol di...

CALENDARIO