Gigi Cagni, tecnico di grande esperienza, ha analizzato a Radio Bruno Toscana l’impatto che sta avendo Cyril Théréau con la realtà della Fiorentina, spendendo anche qualche parola sulla compagine Viola. Ecco le dichiarazioni dell’ex allenatore del Brescia: “Forse è l’unica squadra ancora tutta da scoprire, assieme al Milan. La qualità però potrebbe essere inferiore. Va dato ancora tempo a Pioli dopo certi cambiamenti radicali.” Su Thereau: “Da quando era a Udine è un mio idolo. Dove ha giocato è sempre stato determinante. Al di là delle qualità umane ha anche capacità tecniche che possiedono pochi altri. Se gli dai libertà in campo è un trascinatore naturale. I giocatori così fanno le fortune degli allenatori”.

Comments

comments