22 Luglio 2024 · Ultimo aggiornamento: 23:30

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Polverosi: “Senza coppe europee Sarri a Firenze sarebbe perfetto, per me verrebbe volentieri e si divertirebbe”
News

Polverosi: “Senza coppe europee Sarri a Firenze sarebbe perfetto, per me verrebbe volentieri e si divertirebbe”

Redazione

30 Aprile · 17:15

Aggiornamento: 30 Aprile 2024 · 17:26

Condividi:

Polverosi: "Il Club Brugge è al livello della Fiorentina, hanno due mezzali molto tecniche e un buon centravanti"

Alberto Polverosi, giornalista del Corriere dello Sport, ha parlato a Lady Radio sul momento che sta vivendo la Fiorentina, mettendo in luce alcuni aspetti della vittoria di domenica scorsa dei viola contro il Sassuolo: “Elementi di fiducia nonostante le condizioni del povero Sassuolo. Partita imboccata bene e poi dominata dalla Fiorentina che poteva già chiudere il primo tempo anche 3-0”.

Il giornalista italiano parla poi del Club Brugge, prossimo avversario della Fiorentina in semifinale di Conference League che si giocherà giovedì sera: “La squadra belga può essere considerata al massimo allo stesso livello della Fiorentina. Nelle due partite contro il Paok non si è dimostrata una squadra veramente tosta. Da quello che mi ricordo mi sembra leggermente inferiore al Basilea. Comunque è pur sempre una semifinale di una coppa europea, anche se si tratta di quella più piccola e meno importante; vincerla o anche per il momento arrivare in finale aiuta per l’autostima sul livello sportivo ed è utile a livello economico. La Fiorentina ha bisogno dello stadio pieno, la gente deve capire che la partita è fondamentale. Mi aspetto una Fiorentina che giochi con lo stesso stile che ha utilizzato nella partita di ritorno contro il Viktoria Plzen o contro il Sassuolo due giorni fa, anche se ovviamente il livello è diverso. Comunque dipenderà da come sarà la disposizione del Club Brugge, hanno due mezzali molto tecniche, Vanaken e Vetlesen, un regista molto solido, Onyedika e un buon centravanti, un opportunista, Jutgla. La difesa forse non è così forte. Siamo in fondo alla stagione, per fortuna la rosa è al completo, è rientrato anche Castrovilli; ci sono quasi due squadre, una per il campionato e una per le coppe. Dobbiamo stare attenti perché anche il Plzen era inferiore ai gigliati però la partita di andata non si è vista questa grande differenza tecnica”.

Polverosi torna poi a parlare del difensore viola Martinez Quarta: “Per me l’argentino andrebbe visto più avanti rispetto alla linea difensiva, come in effetti ha giocato alcune volte quest’anno, è l’unico della Fiorentina che verticalizza, più di Arthur e Maxime Lopez. Con il pallone tra i piedi sa sempre cosa fare e per essere un difensore segna spesso. Il suo problema sono i cali di attenzione in difesa, troppi errori in marcatura. Come Beltran è stato trasformato in trequartista o mezzala, Quarta viene trasformato in centrocampista o addirittura colui che conclude l’azione. Il gol di Udine è incredibile, si è inserito come se fosse Barella dopo uno scambio con Bonaventura; ma ripeto, ha problemi in fase difensiva. Mi piacerebbe vederlo in mezzo davanti ai due centrali di difesa, ha dei lanci incredibili, meglio di Arthur”.

Infine il giornalista parla del futuro della panchina viola: “Presto per sapere chi allenerà la Fiorentina, anche se andrebbe scelto ora, ma servirebbe sapere cosa faranno i viola l’anno prossimo. Se giocherà l’Europa League non basterà un ragazzo, serve qualcuno di più esperto. Si parla tanto e bene del tecnico del Mantova, Possanzini, ma il salto dalla C alla A è troppo. Già con Italiano era andata bene dato che aveva un solo anno di esperienza in A. A proposito di Italiano, lui è sempre cresciuto e gli va detto “bravo”, ha ottenuto grandi risultati. Andrebbe scelto un allenatore del genere, giovane; ma Aquilani ha solo un campionato di Primavera e uno di Serie B alle spalle, come si fa ad affidargli una squadra che gioca l’Europa League. Ma c’è anche la possibilità che la Fiorentina non faccia nessuna coppa europea, ecco perché serve scegliere un tecnico ora, anche se è complicato. Ad esempio il Torino ad oggi ha più facilità a scegliere un allenatore. Si sente parlare bene anche di Farioli, ma anche a lui non so se affiderei una squadra di Europa League. Senza Europa Sarri sarebbe perfetto, allenamenti tutti i giorni e tanto divertimento; secondo me verrebbe a Firenze molto volentieri. Con le coppe forse non sarebbe lo stesso Sarri, l’Empoli con lui giocava un grande calcio, anche se il livello tecnico era basso”.

MANDRAGORA IN GRUPPO: DISPONIBILE PER LA CONFERENCE

Dal Viola Park, Mandragora si è allenato regolarmente con i suoi compagni. Ci sarà per il Club Brugge

2 commenti su “Polverosi: “Senza coppe europee Sarri a Firenze sarebbe perfetto, per me verrebbe volentieri e si divertirebbe””

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio