25 Gennaio 2021 · 07:30
2.5 C
Firenze

Nappi: “Non esiste più l’attaccamento alla maglia. Bisogna lottare per il contratto dell’anno dopo”

Marco Nappi è intervenuto ai microfoni di Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio, per parlare della situazione in casa Fiorentina

Marco Nappi, ex attaccante Viola ed oggi allenatore della squadra giovanile del Beijing U17 in Cina, è intervenuto alla trasmissione Stadio Aperto di TMW Radio. Ecco le sue parole:

RIVELAZIONE “Il 4 ottobre ho preso il Covid. Ho avuto un paio di giorni di febbre, poi dolori alle ossa e dopo cinque-sei giorni, nonostante un naso importante come il mio, non sentivo più nessuno odore. Ho provato con la cipolla, aglio, dentifricio, ma niente. Mi è durata dieci giorni questa cosa, ma sono stato comunque fortunato per non aver avuto grossi problemi. Me la sono cavata bene”.

FIORENTINA-GENOA “Una partitaccia. Poi vediamo che c’è il Benevento che fa risultati, lo Spezia idem, l’Udinese che va a vincere a Roma. Sarà una partita importante, per chi riuscirà a vincere sarà un trampolino di lancio, mentre il pareggio non andrebbe bene a nessuna delle due. Vedo un po’ meglio la Fiorentina”.

GENOA “Sembra ogni anno sempre la stessa storia, anche se cambiano giocatori e allenatori. Cambiare l’allenatore in continuazione rende tutto difficile, e vale anche per Prandelli che ora a Firenze deve conoscere i giocatori e capire bene quali sono i problemi e come risolverli”.

ATTACCO FIORENTINA “Manca il centravanti, per me è sempre stato il grande problema. Ormai è da un po’, tra l’altro. Alla Fiorentina manca un giocatore come il centravanti dello Spezia, Nzola, uno che tiene su la palla e ti fa ripartire. Quello potrebbe farti fare il salto di qualità”.

CASTROVILLI “Adesso deve esserci la bravura del campione, quella di riproporsi ogni anno, di essere sempre sul pezzo. Oggi vedo giocatori che arrivano in Serie A e in Nazionale molto più facilmente rispetto a prima. Comunque ora si vedrà se è caratterialmente forte, ma per me ha dimostrato il suo valore ed è un giocatore che può dare moltissimo alla Fiorentina. Quando lo vedo giocare mi piace”.

IL PESO DELLA 10 “Non credo sia un peso, anzi penso sia una figata! Ma quale peso? Più sei stimolato e hai degli obblighi, più dovresti dare. Il vero problema del calcio, ma questo è un discorso in generale, che nessuno è più attaccato alla maglia. Bisogna lottare per il contratto dell’anno dopo, ma oggi ormai i contratti sono di almeno cinque anni, e questi ragazzi si perdono per strada. Ricordo che noi a 23 anni eravamo sposati con figli, e questo ci impediva di fare i coglioni in giro. Poi chi la campa la famiglia? Secondo voi un giovane di oggi con un quinquennale da un milione non esce il venerdì perché poi gioca la domenica? Assolutamente no. Questo però è solo il mio pensiero”.

LEGGI ANCHE:

LA FIORENTINA COMUNICA: NESSUN POSITIVO OLTRE PRANDELLI. ALTRE NOTIZIE FAKE NEWS

LA FIORENTINA COMUNICA: NESSUN POSITIVO OLTRE PRANDELLI. ALTRE NOTIZIE FAKE NEWS

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Ansa, Kokorin domani visite mediche a Roma: firmerà un contratto da 1,7 milioni fino al 2024

La Fiorentina attende l'arrivo di Aleksandr 'Sasha' Kokorin, l'attaccante russo acquistato per circa 4 milioni dallo Spartak Mosca. Il giocatore famoso per il suo...

Torino-Fiorentina, una partita anche sul mercato: da Kouame a Torreira passando per Izzo e Lyanco

La prossima giornata inizia il girone di ritorno della Serie A 2020-21. Venerdì 29 gennaio alle ore 20.45 andrà in scena Torino-Fiorentina, una gara...

CALENDARIO