4 Marzo 2021 · 22:51
9.5 C
Firenze

Gattuso: “Non è stata una partita facile. Fiorentina poco cattiva: la differenza l’ha fatta il cinismo”

Gennaro Gattuso è intervenuto a Dazn nel post partita di Napoli-Fiorentina

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Dazn per commentare Napoli-Fiorentina. Ecco le sue parole:

Partita importante sotto tanti punti di vista, non solo della classifica. Oggi il Napoli è stata una squadra

“È sembrata una partita semplice, ma non lo è stata. Sul 1-0 abbiamo rischiato: grande parata di Ospina e una traversa. La svolta è stata la grande giocata di Insigne sul gol del 3-0 di Lozano. Da lì, la Fiorentina ha perso un po’ di cattiveria. La differenza maggiore oggi è stato il cinismo, ogni azione che abbiamo creato si è realizzata. La squadra oggi ha giocato bene, ma abbiamo concesso”.

Il cinismo senza ombra di dubbio, ma oggi si è vista anche la quantità, oltre la qualità della rosa

“Abbiamo fatto 50 gol in 24 partite, non sono pochi. Quando metti tutta questa qualità in campo, qualcosa sul punto di vista dell’equilibrio può mancare. Sono contento di avere questi ragazzi a disposizione, ognuno di loro ci può dare tanto. Demme è un giocatore importante per noi, ci dà grande equilibrio”.

Di Demme ha già parlato, cosa ne pensa di Zielinski nel ruolo di Mertens

“Zielinski può fare tutto. È un giocatore di grande qualità, se lo metti negli ultimi 20-25 metri può far male, sa calciare, sa inserirsi. Ha ancora ampi margini di miglioramento, soprattutto a livello mentale”.

Complimenti per non aver mollato e aver tenuto viva la squadra anche dopo il 4-0

“Le partite non sono mai finite. Non potevamo sbagliare, per questo ho alzato di più la voce. Abbiamo sbagliato tante partite quest’anno in casa, era importante vincere per migliorare la difesa”.

Prenderà come esempio questa partita?

“Veniamo da due partite in cui abbiamo concesso molto, sia con l’Udinese che con l’Empoli. Abbiamo lavorato in settimana su questi aspetti, sopratutto in fase di non possesso. Oggi grande ordine, anche se abbiamo provato a farci male da soli”.

Come si allena il cinismo sotto porta, è solo un problema mentale e legato alla fame?

“Ho visto i ragazzi stanchi mentalmente, per questo ho deciso di fare il pranzo. Ogni tanto serve anche questo. Non si può sempre giocare di fioretto, ogni tanto serve giocare anche con il coltello fra i denti”.

Come sta Petagna?

“Ha preso una botta, ha un problema al polpaccio”.

LEGGI ANCHE:

NAPOLI-FIORENTINA FINISCE 6-0. VIOLA IN CADUTA LIBERA SOTTO GLI OCCHI DI COMMISSO

Napoli-Fiorentina finisce 6-0. Viola in caduta libera sotto gli occhi di Commisso

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Hugo: “Davide ci ha lasciato tanti insegnamenti da non dimenticare mai”

L'ex difensore centrale della Fiorentina, Vitor Hugo, ha rilasciato un'intervista su Radio Bruno e ha parlato del suo amico ed ex compagno di squadra,...

CALENDARIO