6 Agosto 2020 · 03:24
21.3 C
Firenze

Esclusiva tifo, alla scoperta del VC Puglia Conversano “I nostri 700 km d’amore per la Fiorentina”

di Marco Collini

 

Oggi ai microfoni di Labaroviola.com abbiamo il presidente del Viola Club Puglia Conversano, Antonio Fazio.

Benvenuto Antonio, come nasce la passione per la Fiorentina dalla tua terra?

“Devo dire grazie a mio padre Giuseppe, il quale sul finire degli anni 60′ si appassionò al colore viola. Erano gli anni in cui la squadra viaggiava sulle ali del secondo scudetto. Fu così che assieme ad un gruppetto di amici, alcuni dei quali furono gli artefici del viola club trent’anni dopo la Fiorentina di diventò la naturale compagna di vita..”.

Veniamo appunto al club, a quando risale la fondazione?

“Il padre fondatore del Club è l’arch. Walter Scazzetta, il quale mette in contatto il futuro vicepresidente Dr. Luciano Parolai con il futuro presidente Dr. Giovanni Lorusso, noto tifoso viola locale, e il 05 SETTEMBRE 2013  insieme costituiscono il primo e unico Viola Club della Puglia. Sono successivamente subentrato come presidente nel settembre 2019, quando Giovanni ci ha lasciato..”.

Come vi organizzate per venire a Firenze?

“Solitamente in auto, organizziamo delle favolose macchinate nel quale lo sfigato di turno delegato alla guida dei 1400 km andata e ritorno deve rinunciare alla proverbiale BIRRETTA durante la partita. Questo avviene nei casi in cui non raggiungiamo un numero importante di soci al seguito. Altrimenti ci rivolgiamo a pullman, treno o aereo in taluni casi”.

Qual’è il settore che vi ospita al Franchi?

“Il nostro striscione è steso sotto la torre di Maratona, mentre noi solitamente ci disponiamo in curva Fiesole”.

Quest’anno avete assistito alle gare?

“Si, siamo sempre presenti nelle partite-clou. Saremmo stati a Brescia, con tanto di biglietto aereo già pagato e non rimborsato dalla compagnia aerea. In più ci eravamo organizzati per la gara, a noi vicina, di Lecce. Insieme all’ACCVC stavamo organizzando anche una visita all’albergo sede del ritiro viola, il giorno prima della partita. Magari questa soluzione potrà avverarsi lo stesso nonostante la gara a porte chiuse. Chissà..”

Su quanti soci potete contare?

“Negli anni dell’Europa League abbiamo toccato anche i 130, col calo dei risultati dell’ultimo triennio siamo scesi a 100. Con la presidenza Commisso puntiamo a risalire”.

In Puglia sentite la rivalità con i tifosi delle altre squadre?

“Come no, siamo sempre stati in minoranza. Ma il fatto di poter contare su un club che è esteso a tutta la regione ci da il là al motto L’UNIONE FA LA FORZA!”

Veniamo alla squadra, un calciatore proveniente dalla vostra terra è Castrovilli che si sta imponendo. Come lo vedete?

“È un vanto per noi. All’inizio è stato una sorpresa, ma già dalle amichevoli si vedeva che aveva qualcosa in più degli altri. Sapevamo del suo talento, essendo frutto del vivaio del Bari. Non credevamo fino a questo punto. Gli auguriamo il prossimo anno di vestire la mitica 10 che fu di Giancarlo Antognoni”.

Come vi ponete rispetto alla politica dei tifosi e la vicinanza al presidente Commisso nella questione stadio?

“Massima vicinanza, anche noi abbiamo esposto con orgoglio il nostro DRAPPO di supporto alla volontà del nostro pres. di costruire uno stadio all’altezza delle ambizioni e della bellezza di Firenze”.

Chi è il tuo calciatore preferito della storia viola?

“Senza dubbio Batistuta. Ho anche fatto la PAZZIA di essere presente in Piazza della Signoria il primo febbraio 2019, il giorno del suo cinquantesimo compleanno!”

La tua gara del cuore?

“Scelgo lo 0-1 a Wembley contro l’Arsenal. Un’impresa titanica, in uno stadio che ha fatto la storia di questo Sport. Con Batigol sugli scudi, come non mai..”

Come vi ponete sulla questione della ripresa, ormai vicinissima della serie A?

“Siamo vicini al pensiero del tifoso viola medio, cioè che era meglio fermare tutto fino ad Ottobre. Ma obblighi di denaro sono stati considerati primari per finire la stagione in corso. Vedendo le gare della Bundesliga, saremo spettatori di uno spettacolo di basso livello. Al
limite dell’impegno amichevole. Non per questo comunque faremo mancare il nostro calore alla Fiorentina. Ci attiveremo con amici ristoratori per seguire in Tv le gesta di Ribery e compagni..”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

“Piatek, la Fiorentina vuole o lui o Belotti. Cutrone resterà in viola mentre il futuro di Vlahovic…”

"La Fiorentina - ha detto Riccardo Galli a Radio Bruno - non vuole rinunciare alla sua percentuale su Rebic. Ora i club sono al tavolo delle...

Ranieri: “Abbiamo salvato una città. È stato un piacere giocare con voi”

Il difensore di propietà della Fiorentina, Luca Ranieri, ha salutato e ringraziato i tifosi e i compagni dell'Ascoli per la sua breve...

CALENDARIO