13 Aprile 2021 · 08:46
8.9 C
Firenze

Dovellini: “Sfogo Prandelli? Non è facile essere in discussione e sapere che andrai via. Stallo Vlahovic”

Tanti i temi caldi di casa Fiorentina dopo la vittoria di Benevento. Da Prandelli a Vlahovic fino ad arrivare al futuro. Le parole di Dovellini

Consueta chiacchierata con Matteo Dovellini, il giornalista della Repubblica che si occupa della Fiorentina, queste le sue parole

1) La Fiorentina vince alla grande come il Benevento, alla fine della partita Prandelli ha ammesso di essere stanco per “situazioni che arrivano dall’esterno”. A Cosa si riferiva Prandelli?

“Non è semplice per Prandelli, tifoso e abbonato allo stadio, dover fare i conti con una squadra che a Benevento ha preso una bella boccata d’ossigeno ma che in alcuni momenti non dava segni di reazione e che ha rischiato seriamente di ritrovarsi in zona retrocessione. Adesso ha fatto un passo in avanti deciso ma il campionato è ancora lungo. Però non credo sia facile, a livello mentale, ritrovarsi in questa situazione e sapere che con quasi ogni probabilità a fine stagione ci sarà un nuovo allenatore”.

2) Dopo la tripletta molti tifosi viola sono preoccupati del futuro di Vlahovic, a che punto siamo con il suo rinnovo?

“Situazione di stallo, come vi avevo raccontato tempo fa. La Fiorentina ha pronta la proposta di rinnovo e il giocatore è riconoscente nei confronti della società e del tecnico Prandelli che ha puntato fortemente e unicamente su di lui. L’ostacolo, piuttosto importante, è quello dell’agente che fa capo in maniera più o meno diretta al potente Fali Ramadani. Le pretendenti non mancano, in Italia e all’estero. La Fiorentina, e Rocco Commisso in prima persona, dovranno convincere il giocatore non solo dal punto di vista economico ma anche e soprattutto con una programmazione ambiziosa e che passi dalle competizioni europee che sono la vera vetrina per qualsiasi talento che aspiri a una grande carriera. Come Vlahovic, appunto”.

3) Commisso è in rientro, arriveranno le prime decisioni per il futuro o si aspetterà la salvezza matematica?

“La salvezza matematica sarà fondamentale per dare forma e vita alla programmazione che comunque, in linea di massima, è già stata definita. Chiaro che prima di avviare tutto questo, si deve avere la garanzia che la Fiorentina sia salva. Poi però Commisso dovrà puntare a voltare pagina, con una idea di calcio che sia avvincente, intrigante, ambiziosa e gradualmente anche vincente. Puntare in alto per raggiungere quegli obiettivi che una società come la Fiorentina, prossima ad avere un centro sportivo di primissimo ordine, deve assolutamente provare a conquistare con scelte ponderate, strategiche e che facciano vedere e percepire la piazza fiorentina non come un luogo di passaggio ma come una realtà alla quale poter ambire. Che tu sia un dirigente, un allenatore o un giocatore”.

REBIC NON GIOCHERA’ CONTRO LA FIORENTINA

Il Milan aveva fatto la furbata per non pagarlo alla Fiorentina, Rebic espulso salta ritorno a Firenze

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

TMW, Fiorentina pensa a Goretti come direttore sportivo da affiancare a Pradè, le ultime

Come riporta TMW, la Fiorentina sta pensando a molte soluzioni per la prossima stagione. Dopo i nomi di Giuntoli e Petrachi, e la possibilità...

Cassano: “Vlahovic mi ricorda Cavani. Occhio però, segnare in Italia sta diventando facile”

Nel corso della trasmissione della Bobo Tv su Twitch Antonio Cassano ha parlato di Dusan Vlahovic, queste le sue parole sul centravanti della Fiorentina: "Vlahovic...

CALENDARIO