1 Dicembre 2020 · 00:58
5.1 C
Firenze

Dovellini: “Commisso senza filtri. Pulgar sarà rilanciato. Tutti i nazionali negativi al tampone”

Il giornalista della Repubblica Matteo Dovellini ha affrontato alcuni temi caldi in casa Fiorentina. Dalle parole di Commisso alla nuova viola di Prandelli...

Il  nostro appuntamento settimanale con le domande al giornalista di Repubblica Matteo Dovellini

Come commenti e cosa ne pensi delle parole di Commisso a Lady Radio?
“Ha detto ciò che liberamente pensa, senza filtri o parole smussate. Avrà le sue ragioni e sicuramente avrà ponderato anche la strategia comunicativa che, noto, da qualche tempo è cambiata. Con la politica occorre anche diplomazia, specie nei passaggi più delicati. Spero che anche la politica, però, cerchi di comprendere appieno le reali intenzioni di Commisso. La realizzazione di uno stadio nuovo, che sia al posto del Franchi o in un’altra zona, è un’occasione irripetibile per tutte le parti coinvolte. Il nuovo centro sportivo a Bagno a Ripoli non è semplicemente un segnale ma la dimostrazione che quando la volontà è condivisa tra imprenditore, politica, amministrazione locale e sovrintendenza, si può fare “fast” anche se in Italia. La dialettica può aiutare sul nuovo stadio e sarà fondamentale il lavoro degli “sherpa”, coloro che dietro le quinte con diplomazia e tanta pazienza, ricostruiscono il percorso e i contatti a tutti i livelli.

Certamente poi le critiche possono dare fastidio, specie per un imprenditore che ha già investito decine di milioni di dollari in poco più di un anno. Però il diritto di critica è sacrosanto, sia da parte dei tifosi (con o senza euro in tasca) sia da parte dei giornalisti (con o senza cartellini da esibire). Purtroppo nel mondo della comunicazione che viaggia a velocità supersoniche, è sempre più difficile fare i conti tra chi pubblica fake news (le bufale, totalmente prive di fondamento e spesso fuorvianti per chi le legge) e chi, invece, cerca di raccontare la realtà dando una chiave di lettura che il lettore (ascoltatore, spettatore) può scegliere di seguire oppure no. L’arbitro deve essere sempre l’utente, però, che in piena libertà e coscienza sceglie a chi dare seguito e ascolto”.

2) Pulgar o Bonaventura? Su chi punterà Prandelli? Nel centrocampo a tre, considerati intoccabili Castrovilli e Amrabar, c’è spazio per uno solo…

Risponderei Pulgar, sia per le caratteristiche del giocatore sia perché Bonaventura è più un interprete da schierare come esterno nei tre uomini dietro la punta. Però Pulgar è l’ultimo a tornare dalla nazionale, dovrà sottoporsi al tampone Prandelli ha pochissimo tempo per capire se davvero può ricoprire quella posizione già contro il Benevento. Se il tecnico giocasse coi due davanti alla difesa, in 4-2-3-1, ecco che potrebbero trovare spazio sia il cileno che Bonaventura al posto di Callejon che si sta rimettendo dopo aver contratto il virus”.

3) I giocatori che hanno fatto la scelta di andare in nazionale giocheranno contro il Benevento?

Credo di si, sono risultati tutti negativi ai test dopo il rientro dalle nazionali. Milenkovic lo vedo titolare, Caceres un po’ meno per questione della difesa a quattro che potrebbe lanciare anche uno tra Lirola o Venuti. La questione punta poi mi interessa: Vlahovic ha segnato la prima rete con la nazionale maggiore della Serbia, Cutrone scalpita e pera Prandelli Kouame è più un esterno d’attacco. Penso che l’allenatore dovrà sceglierne uno e provare a dargli continuità in vista dell’eventuale mercato di riparazione a gennaio”.

4) Quale sarà il giocatore che Prandelli rilancerà maggiormente?

“Se si confermeranno le mie sensazioni direi Pulgar a centrocampo e Vlahovic in attacco. Occhi poi ad altri due interpreti che potrebbero trovare continuità: Quarta in difesa e Callejon come esterno. Rigenerale, rivitalizzare e dare fiducia a questi giocatori potrebbe risultare estremamente positivo per la Fiorentina”.

LEGGI ANCHE, TUTTI D’ACCORDO ALLA FIORENTINA, NO A BALOTELLI. ANCHE PRANDELLI NON LO VUOLE

Alla Fiorentina tutti d’accordo, no a Balotelli. Nessuno lo vuole, nemmeno Prandelli. Il retroscena

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

LA FIORENTINA DICE NO A CAICEDO. IDEA LLORENTE, LO HA CONSIGLIATO CALLEJON A PRADÈ

Si avvicina il mercato di gennaio e la Fiorentina ha un disperato bisogno di un attaccante dopo il flop di Cutrone, Vlahovic e Koaumè....

Flachi: “Il problema è nella testa dei giocatori. I senatori facciano gruppo e diano il 150%.

Francesco Flachi è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno Toscana per parlare delle problematiche in casa Fiorentina

CALENDARIO