di Flavio Ognissanti

Dopo mesi torniamo a parlare di calcio e di quello che potrebbe accadere. Parliamoci chiaro, i discorsi fatti adesso valgono il tempo che trovano, parlare oggi di trattative vere è davvero un compito arduo. Pero ci sono delle prime indicazioni, che poi naturalmente cambieranno con la decisione finale sul proseguo o meno del campionato.

Qualche giorno fa abbiamo smentito la notizia che vede la Fiorentina vicina a Rugani o tantomeno interessata ad esso. Il centrale della Juventus non ha intenzione di muoversi da Torino, e semmai dovesse farlo, vuole andare in club che gioca la Champions League, quindi la destinazione viola è cosi scartata. Oltre al discorso di un ingaggio fuori portata dalle casse della società, che non considera il giocatore un top nel ruolo. Per prendere dai 3 milioni di euro in su a Firenze devi essere un campione, o un presunto tale. Con tutto il rispetto per Rugani, non lo è.

Capitolo allenatore. Commisso è stato chiarissimo sul suo futuro. Se il campionato non riprenderà Beppe sarà l’allenatore della Fiorentina anche nella prossima stagione, con buona pace dei tifosi che vorrebbero un nome di spessore. Se invece il campionato dovesse riprendere tutto sarà in discussione. Sono tanti i nomi in ballo. Uno di questi è Roberto De Zerbi che lascerebbe volentieri Sassuolo per approdare in viola, piazza che ritiene perfetta per lui in questo momento. La realtà però, è che se Iachini dovesse essere cambiato, Commisso e Pradè sceglieranno un nome di livello internazionale, Emery e Spalletti per intenderci. Gente di questo calibro in grado di alzare davvero l’asticella anche sul mercato.

Capitolo acquisti. In questo momento, come detto, trattative non ce ne sono. Al massimo possono esserci sondaggi e interessamenti. Ma come si può pensare ad un acquisto da fare se non si conosce nemmeno il nome dell’allenatore della Fiorentina per il prossimo anno?

Un acquisto a Prade sentiamo di consigliarlo, si tratta di Matheus Henrique, centrocampista brasiliano classe 97 del Gremio, regista dai piedi buoni e dalla tecnica fuori dal comune. Se lo osservi ci rivedi Pizarro, uno che a Firenze ha lasciato un ricordo dolcissimo. Il suo prezzo si aggira sui 25 milioni ma si tratta di un sicuro investimento. Gia nel giro della nazionale brasiliana Henrique è un potenziale crack e sarebbe esattamente quello che manca oggi alla squadra viola. Visione di gioco, fantasia, creatività e tecnica in fase di impostazione.

Chiusura sul campionato. Difficile prevedere oggi una possibile ripartenza o meno, ma se si scegliesse la strada dei playoff e dei playout la Fiorentina farebbe quelli per l’Europa League che dista solo 3 punti. Ecco, in quel caso le avversarie sarebbero Milan, Verona, Cagliari, Sassuolo, Parma e Bologna. Insomma. Yes, se can.