20 Luglio 2024 · Ultimo aggiornamento: 11:30

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Da Berbatov ad oggi, la Fiorentina troppe volte ci va solo vicino
Approfondimenti

Da Berbatov ad oggi, la Fiorentina troppe volte ci va solo vicino

Redazione

2 Febbraio · 18:31

Aggiornamento: 2 Febbraio 2024 · 18:31

Condividi:

Una storia ormai nota, in riva all'Arno non si è mai sicuri di niente neanche con la firma di un contratto e spesso tutto sfuma all'ultimo

é una storia ormai nota, il mercato è la parte dell’anno che infiamma di più i tifosi perché, solo in quei giorni, possono sognare e volare alto con la fantasia, ma poi c’è sempre la dura e cruda realtà a portare il conto.

La Fiorentina, troppo spesso, è andata vicina ad un obbiettivo che avrebbe dato un salto qualitativo a livello di squadra, ma in questi casi poi tutto è andato storto.

Oggi è la volta del tira e molla di Gudmundsson tra avvicinamenti ed allontanamenti continui, ma prima di lui altri come Berbatov che accettò i viola, poi cambiò idea e finì al Fulham, poi si può continuare con Milinkovic-Savic che pianse nella sede della Fiorentina e finì alla Lazio, dopo ci sono il contratto mai depositato di Traoré, la storia col cuore viola di De Paul e gli ammiccamenti con Berardi. Segno che, a Firenze, troppo spesso ci si va solo vicino, ma vicino conta solo a bocce.

Lo riporta calciomercato.com   

Dopo esser stato al Viola Park aveva rifiutato la Fiorentina, adesso Borys ha scelto il KVC Westerlo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio