Corvino e quel no a Berlusconi e al Milan dei giorni scorsi…

Retroscena, nei giorni scorsi il Milan si sarebbe fatto avanti con Pantaleo Corvino per affidargli la ricostruzione del club rossonero ma il ds...

A volte ritornano. Pantaleo Corvino sta per firmare un contratto con la Fiorentina, con la quale ha già lavorato dal 2005 al 2012.

L’apprezzatissimo d.s. salentino ha rescisso nei giorni scorsi il suo contratto con il Bologna, dove faticava ad intravedere un fil rouge nei progetti societari. Prima il ritorno in A, poi una salvezza sofferta, ma Corvino soffriva le incertezze di un contesto nel quale i passaggi di consegna tra Guaraldi, Tacopina e Saputo non sono stati indolori.

Nel corso della sua lunga carriera, il 66enne ha sempre dimostrato di prediligere una lungimirante programmazione di medio/lungo periodo ad exploit non sempre coerenti fatti attraverso colpi ad effetto, per soddisfare la “pancia” della tifoseria.

Grazie al suo costante lavoro giorno per giorno, “il Panta” si è affermato prima come insuperabile scopritore di talenti a Lecce (Chevanton, Ledesma, Bojinov, Vucinic e molti altri) e poi per l’eccellente ciclo in viola, dove ha conquistato tre quarti posti in Serie A, una semifinale di Coppa Uefa e gli ottavi di finale di Champions League.

Da Mutu a Gilardino, da Montolivo a Jovetic, da Vargas a Kuzmanovic, Corvino ha raramente sbagliato le sue scelte, caratteristica che lo ha collocato di diritto tra i più abili manager del calcio italiano. Tifoso del Genoa e poco incline ad apparire sui media, lo scaltro dirigente non è mai approdato ad una vera e propria big della Serie A, se non vogliamo considerare tale la Fiorentina.

Strano? Beh, quest’unica “macchia” nella sua carriera stava per essere lavata nei giorni scorsi, quando alla sua porta ha bussato il Milan.

E’ stato lo stesso Corvino, secondo quanto appreso dalle nostre fonti, a declinare l’invito: seppure lusingato dal solo accostamento col Diavolo, non c’erano le condizioni per proseguire nella trattativa.

 

Affaritaliani.it

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments