26 Gennaio 2022 · 05:46
3.3 C
Firenze

Commisso: “Gran lavoro di Italiano. Vlahovic? Motivato dal comunicato, non siamo ancora alla fine”

Il Presidente Rocco Commisso ha parlato di tutti i temi di casa Fiorentina ai microfoni di Radio24, Ecco la sua opinione

Rocco Commisso

Il Presidente Rocco Commisso è intervenuto ai microfoni di Radio24 per parlare dei temi caldi in casa Fiorentina. Ecco le sue parole:

“Quest’anno abbiamo cominciato in una delle migliori maniere degli ultimi 15 anni, vincendo 8 volte e perdendone 7. Nell’era dei 3 punti vale più una vittoria di un pareggio”.

ITALIANO “Ha fatto un grandissimo lavoro, nonostante la nostra rosa sia simile a quella dell’anno scorso, senza aver mandato via giocatori a calci”.

IACHINI “Ho sempre detto che sbagliai a mandare via Iachini, perché c’erano pressioni della gente, i giornalisti, le critiche: dovevo aspettare ancora. Mi piace molto la sua modestia, e dal primo giorno mi è piaciuto moltissimo”.

PRADÈ “É stato molto criticato a Firenze, ma è molto merito suo se l’abbiamo preso Italiano”.

LIQUIDITÀ “Ho una grande stima per Gravina, per la Federazione e tutte le istituzioni, ma il calcio, però, si falsa non solo in campo. Si può falsare anche fuori, per le regole che ci sono. A Marzo mi avevano detto che dovevamo portare dei soldi, 30 milioni, per raggiungere 0.89 di indice di liquidità. Poi, a giugno, mi hanno detto che siccome c’erano tante squadre che non potevamo rispettare questo indice, che erano in crisi, ma nessuno ha detto niente a me, di non portare quei soldi. Inoltre, vengo a sapere che ci sono 5-6 squadre comunque sotto quella soglia. E nessuno è stato penalizzato. Le leggi devono essere uguali per tutti. Noi fino ad oggi abbiamo pagato ogni stipendio, sempre, pagando tutte le tasse al giorno di scadenza. Non tutti lo fanno”.

PLUSVALENZE “Le plusvalenze, in America sono profitti che ci sono sulla carta, ma non è detto che i soldi veri ci siano. Sarebbe una buona idea, quindi, che sui bilanci si mettano solo le operazioni in cui circolano i soldi veri. Come fa la Juventus a fare 650 milioni di plusvalenze, eppure fanno debito. Non è possibile fare ciò. Hanno perso 1 miliardo di valore azionario. Tutto ciò influenza noi e gli altri club, perché competiamo con loro. Ma meglio che pensi alla mia Fiorentina”.

PROCURATORI “Ci vorrebbe una nuova norma anche su questo. Abbiamo parlato con Fifa, Figc, Uefa, Coni: vogliamo aiutare il calcio italiano. Io sono stato il primo a portare la Serie A sulla tv americana, per il bene di tutto, e faremo aprire la sede della Lega a New York sempre per il bene di tutti, come il Viola Park. Bisogna fare qualcosa sui procuratori, per il bene collettivo. In Usa gli agenti, al massimo, possono prendere una percentuale sul salario, ma non sul trasferimento. C’è grandissimo controllo. Qui c’è il Far West, chiedono il 10-20%. Ma dove siamo arrivati? Come ha detto Infantino, escono dal mondo del calcio una valanga di milioni. Ogni giorno io sono sotto scacco per questa cosa, se non per Commisso Vlahovic non aveva questa opportunità di diventare un re a Firenze. Come per Donnarumma, e ce ne sono tanti di giocatori così. Penso a Gattuso: quando l’ho preso c’era un procuratore portoghese che voleva fare il mercato per me, e prendere le sue commissioni. Ora basta“.

VLAHOVIC “Non siamo ancora alla fine. Mi ricordo le critiche a ottobre, dei giornalisti, perché ho fatto fare quel comunicato. Dicevano che ero stato stupido e che Vlahovic non avrebbe più segnato, ed invece…Avete visto quanti gol? Ho fatto bene o no? L’ho motivato. È un professionista serio, vuole fare tanti gol e dimostrare di essere bravo. O lui, o i suoi procuratori o qualcun altro, non mi faccio ricattare da nessuno. Perché alcune cose sono illegali, e in caso se ne riparlerà. Arsenal o Juventus? Non so dove andrà, ma bisogna ricordare che di mezzo c’è la Fiorentina, che è proprietaria del suo cartellino. Io ho sempre pagato tutti, Vlahovic su tutti, e voglio essere rispettato per questo”.

CONFRONTO USAITALIA “Qualcosa si potrebbe copiare dall’America, da come è organizzato lo sport. L’unica cosa che non mi piace è che non ci siano promozioni-retrocessioni, tipo la Superlega, che mi sembrava il contrario di Robin Hood. Lui rubava ai ricchi per dare ai poveri, con la Superlega si faceva il contrario. La Juventus, ad esempio, potrebbe finire in Serie B ma giocherebbe comunque la Champions con la Superlega avrebbe messo a posto i conti, invece hanno dovuto mettere 400 milioni”.

STADIO “Adesso saremmo al 60% se me lo avessero lasciato fare. A tutti dicono di sostenere chi vuole investire perché ci sono tante regole che distruggono gli imprenditori e chi vuole dare lavoro e fare il bene del calcio”.

LEGGI ANCHE:

DI MARZIO ANNUNCIA: “IKONE VICINISSIMO ALLA FIORENTINA, OPERAZIONE DA 15 MILIONI. FIRME A BREVE”

Di Marzio annuncia: “Ikone vicinissimo alla Fiorentina, operazione da 15 milioni. Firme a breve”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO