24 Gennaio 2021 · 23:29
2.2 C
Firenze

Castrovilli e Amrabat cancellano il regista? Spiraglio per Gomez alla Fiorentina. Ricca offerta viola

Amaro in bocca dopo la sconfitta contro l'Inter, ma il mercato potrebbe migliorare questa Fiorentina, e il centrocampo forse ha trovato il giusto assetto

La sconfitta contro l’Inter lascia l’amaro in bocca per come è arrivata, l’errore arbitrale di non espellere Skriniar pesa tanto, come pesa tanto l’errore di Martinez Quarta che si perde Lukaku e lo lascia solo in piena area di rigore, vero che c’è stato un contatto tra i due, ma si toccano a vicenda e si tratta di un normale contatto di gioco tra difensore e attaccante. Se fosse stato annullato un gol del genere alla Fiorentina ci saremmo arrabbiati molto. Quarta non si doveva lasciar cadere cosi facilmente, peccato davvero.

Ma questa partita lascia anche delle ottime indicazioni a Cesare Prandelli. La prima è la meravigliosa partita giocata da Amrabat e Castrovilli come centrali di centrocampo, una partita che consolida ancor di più il modulo scelto, quel 3-4-2-1 ormai intrapreso e su cui, per bocca dello stesso Prandelli, si farà anche mercato.

Il centrocampo a due, con Amrabat e Castrovilli, è tutt’altra cosa rispetto al centrocampo a tre in cui nessuno è nel suo vero ruolo. Basti pensare ad un assetto di centrocampo che prevedere il regista, ma se il regista in rosa non c’è, inutile continuare a giocare cosi. Poi, se in rosa hai Amrabat che è un mediano, inutile continuare a usare un modulo che non mette nelle condizioni migliori un giocatore chiave come Amrabat. Il marocchino non è nè un regista, nè una mezz’ala ma un mediano che può giocare nel centrocampo a due.

Aver trovato il suo compagno di reparto in Castrovilli potrebbe essere una prima piccola svolta.

A proposito del regista, Torreira, a lungo cortecciato da Pradè, potrebbe tornare in Italia ma direzione Roma, sponda biancoleste, alla corte di Tare e Inzaghi nella Lazio.

E qui veniamo all’attacco, oggi la Fiorentina è molto limitata in fase offensiva, inutile ripeterlo spesso. Serve gente capace di far gol e saltare l’uomo. Vlahovic sta facendo enormi passi in avanti, ma serve qualcuno capace di assisterlo al meglio. Il solo Ribery non può bastare.

In questo ruolo la società viola sta provando a fare il grande colpo Gomez. Il calciatore, siamo stati i primi ad annunciarlo, interessa e non poco alla Fiorentina, ma per ora, quella viola, è l’ipotesi che viene presa meno in considerazione. Normale che in questo momento l’appeal di una lotta scudetto o di una partecipazione alla Champions League, sia in cima alle preferenze dell’argentino. Ma l’Atalanta non è dello stesso avviso, il club bergamasco non vuole dare il proprio giocatore più forte, seppur in rottura, alle dirette concorrenti della squadra di Gasperini.

Resta l’estero, ma in questo caso è il Papu che non vuole spostarsi dall’Italia. Ergo, è tutto in ballo. Anche la Fiorentina, forte di queste contraddizioni, spera. L’offerta pronta per il calciatore è di 10 milioni netti per due anni e mezzo. Vale a dire 4 milioni a stagione da gennaio a 2021 a giugno 2023. Insomma, una super offerta per convincere un giocatore che cambierebbe il volto della squadra. I tifosi sognano.

Chiusura su Vlahovic, il suo contratto scade nel 2023, la società e l’entourage del calciatore si siederanno a fine mercato per una soluzione che possa accontentare tutti. Non rinnovare il contratto ad un giovane lanciato, scommesso e messo in campo contro tutto e tutti, sarebbe l’ennesimo errore che non si potrebbe accettare. Speriamo bene.

Flavio Ognissanti

FIORENTINA VS INTER, LE PAGELLE DEI GIOCATORI VIOLA

PAGELLE VIOLA: KOUAMÉ CHE GOL, CASTROVILLI SUGLI SCUDI, MOLTO BENE ANCHE IGOR E BONAVENTURA

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Ansa, Kokorin domani visite mediche a Roma: firmerà un contratto da 1,7 milioni fino al 2024

La Fiorentina attende l'arrivo di Aleksandr 'Sasha' Kokorin, l'attaccante russo acquistato per circa 4 milioni dallo Spartak Mosca. Il giocatore famoso per il suo...

Torino-Fiorentina, una partita anche sul mercato: da Kouame a Torreira passando per Izzo e Lyanco

La prossima giornata inizia il girone di ritorno della Serie A 2020-21. Venerdì 29 gennaio alle ore 20.45 andrà in scena Torino-Fiorentina, una gara...

CALENDARIO