25 Settembre 2021 · 16:52
26.8 C
Firenze

Bonaventura: “Clima cambiato, c’è entusiasmo. Europa? Dobbiamo essere umili, prima la salvezza”

Le parole di Giacomo Bonaventura nella conferenza tenuta dopo la seduta d'allenamento

Dopo l’allenamento odierno, Giacomo Bonaventura ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue parole:

ITALIANO “Il mister adesso sta cercando di far capire cosa vuole. Ci vuole un po’ di tempo ma stiamo lavorando e il suo messaggio sta passando e questa è la cosa più importante. Io darò il massimo come ho sempre fatto. Con il lavoro si possono ottenere risultati migliori dell’anno scorso”.

CLIMA SPOGLIATOIO “Sicuramente è cambiato. C’è entusiasmo e voglia di far bene. Tra di noi sentiamo che vogliamo fare una stagione migliore rispetto alla passata stagione e c’è grande voglia di fare bene. Questo entusiasmo è positivo e spero che riusciremo a portarcelo anche nelle partite di campionato insieme al calcio propositivo che chiede il mister“.

RUOLO “Il mister essendo stato un centrocampista parla molto con noi centrocampisti. Nel suo modo di giocare centrocampisti e attaccanti sono molto importanti e devono essere intelligenti per fare sempre la cosa giusta. Io tanti anni fa ho giocato con Italiano nel Padova. Ho un bel rapporto con il mister e sono contento che sia venuto qua. Ha tanta passione, grandi idee e spero che possa essere una buona annata per la Fiorentina”.

SENATORE GRUPPO “Sono tra i giocatori con più esperienza, sento di avere delle responsabilità ma questo deve valere per tutti i giocatori”.

GIOVANI “Ce ne sono tanti e stanno lavorando bene. Dobbiamo lavorare tanto e questo è un periodo dell’anno in cui bisogna fare fatica perché poi in campionato arriveranno anche momenti difficili e dovremo essere pronti a tutto. I giovani hanno talento e stanno lavorando bene”.

POTENZIALITÀ ROSA “Sì abbiamo giocatori con grande qualità ma in Serie A il livello è alto. Non dobbiamo sentirci forti ma giocatori che devono lavorare duramente per tirare fuori il meglio. Poi ci sarà un’organizzazione di gioco che permetterà anche ai singoli di esprimere le proprie qualità. Anche l’anno scorso, all’inizio, avevamo ricevuto grandi complimenti. E questo non ci ha fatto bene all’inizio. Dobbiamo pensare di essere una buona squadra ma senza organizzazione e duro lavoro non riusciremo e tirare fuori le nostre potenzialità”.

EUROPA “Non so cosa manca a questa squadra. Ma qualsiasi cosa si voglia fare in un campionato prima di tutto bisogna raggiungere la quota salvezza per poi guardare più su. Dovremo essere umili, giocando mettendo in campo ciò che ci chiede il mister. La prima cosa da fare sarà salvarsi poi se saremo bravi dovremo porci un obiettivo superiore”.

REGISTA “Penso che nel calcio di Italiano il regista è importantissimo, almeno per quello che ha cercato di trasmettere fino ad ora. Se si vuole impostare il gioco da dietro il regista è un giocatore fondamentale. Abbiamo buoni giocatori e con le idee del mister è un ruolo che può essere valorizzato“.

“VERO” BONAVENTURA “All’inizio della passata stagione no, poi nella seconda parte stavo meglio e ho avuto più continuità. Penso di poter fare meglio anche perché la squadra in generale non ha avuto un’annata brillante. L’importante è che la squadra giochi bene così da poter valorizzare anche tutti i singoli”.

ALLENAMENTI “Con Iachini avevamo un modo di giocare completamente diverso. Dovevamo aspettare di più l’avversario per giocare in contropiede mentre Italiano vuole che teniamo più la palla che aggrediamo l’avversario più alto. Noi abbiamo dato la disponibilità al mister e proviamo a fare ciò che ci chiede. Il nostro dovere è credere nel lavoro del mister perché viene da buoni campionati e il suo modo di giocare ci può aiutare“.

LEGGI ANCHE:

Moena, il coro dei tifosi viola per Astori “Un capitano c’è solo un capitano”. E i giocatori si fermano ad applaudirlo

Moena, il coro dei tifosi viola per Astori “Un capitano c’è solo un capitano”. E i giocatori si fermano per applaudire

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO