Il noto commentatore televisivo, ex capitano dell’Inter, Beppe Bergomi è intervenuto ieri sera a 30esimo minuto su Toscana TV con Simon Pagnini. Queste le sue dichiarazioni:

L’Inter? La squadra è molto fisica, Nainggollan ed Icardi non sono al 100% e sono gli uomini più importanti per Spalletti. Il belga ha bisogno di rimettersi in sesto dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori un mese. Hai cercato Modric per un mese ma non avendolo preso la lacuna li in mezzo è ovvia.

La Fiorentina? L’ho indicata come sorpresa, è una squadra costruita bene ed è una buona squadra specie in fase difensiva dove corre molto. Una gioventù che porterà senz’altro ad alti e bassi ma con un Chiesa così…

Milenkovic? Mi ricorda Chiellini per il suo modo di essere leader, ottima la sua personalità con il vizio del goal. Può diventare un giocatore importante.

Spalletti ed Inter Icardi dipendente? Sono d’accordo, Icardi è fondamentale per questa Inter, deve ritrovare la sintonia con Perisic e sevono i goal di Candreva, Brozovic e Vecino. Su Spalletti vi dico che è un grande allenatore, lo adoro quando combatte, storicamente i nerazzurri hanno bisogno di un condottiero e finchè è così “agonisticamente cattivo” è un valore aggiunto.

Che Inter troverà la Fiorentina? Troverà l’Inter vista a Marassi contro la Sampdoria, agguerrita.

Mazzoleni? Mi piace come designazione, non ho nessun dubbio su gli arbitri alcuni sono amici miei. Sul VAR nonostante tutto ci sarà sempre qualche margine d’errore, sebbene rispetto al passato si stia assottigliato. Gli errori visti con Sassuolo e Parma hanno fatto un po’ arrabbiare i tifosi.

Chiesa? Un giocatore che mi piace molto, i suoi strappi nell uno contro uno lo fa divenire giocatore importante. Non mi piace sentire quello che hanno detto sulla Nazionale: dalle stelle alle stalle e non è giusto. Facciamolo crescere con calma, è un classe ’97”.