16 Maggio 2022 · 18:56
27.1 C
Firenze

Basta cercare sempre colpevoli, la Fiorentina perde perchè non segna. 13 gol fatti nelle ultime 13 partite

Dopo le ultime sconfitte è stata fatta la corsa a trovare il colpevole di turno. La verità e i numeri ci dicono che la squadra non segna più

Firenze, stadio A.Franchi, 03.10.2021, Fiorentina-Napoli, foto Lisa Guglielmi. Copyright Labaroviola.com

Oggi il colpevole in casa Fiorentina è Terracciano, dopo la sconfitta in casa contro l’Udinese la colpa era della notizia fatta uscire sulla clausola di Italiano, dopo la Salernitana il colpevole era Igor, dopo la Juventus il colpevole era Dragowski. Anche basta. Inutile andare a crocifiggere ogni volta colui che ha sbagliato nell’azione del gol che subiamo. Non ha veramente senso.

Dopo ogni sconfitta c’è la rincorsa al colpevole, la verità è che la Fiorentina nelle ultime quattro partite ha segnato un solo gol. 1 gol.

Come può fare punti una squadra che non segna? Ampliamo il dato.

Dall’addio di Vlahovic, la Fiorentina in campionato ha segnato 13 gol in 13 partite. Una media di un gol a partita. Un dato troppo scadente per non essere considerato.

Torniamo sempre li, anche se dirlo fa male a tutti e probabilmente è il segreto di Pulcinella, ma senza Vlahovic la Fiorentina è più scarsa. Da una parte c’è stata la crescita della squadra, con il lavoro di Italiano che è sempre più importante e prezioso, dall’altra un attacco che non segna, che non riesce più a farlo con quella frequenza e quella regolarità.

Se non segni non vai in vantaggio, se non segni le squadre avversarie prendono coraggio. Segnare un gol ti fa cambiare la partita, il suo andamento, l’atteggiamento della squadra avversaria cambia. E tutto ciò che ne consegue.

Nessuna squadra in serie A ha il capocannoniere della squadra che ha 5 gol. Inutile nasconderci. Non è normale che il giocatore che abbia fatto più gol nella Fiorentina sia Torreira, tra l’altro si tratta del regista della squadra, mica il trequartista.

Nessuno se la prenda con Italiano. L’allenatore ha fatto un vero e proprio miracolo. Ancor di più dopo il gravissimo danno tecnico subito a gennaio. Nessuna squadra al mondo, nel bel mezzo del suo campionato, e in piena corsa per l’obiettivo (eravamo a due punti dalla Juventus al quinto posto) vende il suo giocatore più forte. Nessuna lo ha mai fatto. Ci sarà pure un motivo. Come se il Milan avesse venduto Leao a gennaio in piena corsa per lo scudetto. Oppure se la Lazio avesse venduto Immobile. Lo so, non riusciamo nemmeno a immaginarlo. La Fiorentina ha fatto esattamente questo.

Chi vi scrive è convinto che la Fiorentina possa vincere le prossime tre partite ed andare in Europa. Lo può fare perchè la squadra è forte, il suo allenatore è uno dei più bravi in circolazione ed a dirci tutto questo è stato il campo. Ma occhio a colpevolizzare coloro che hanno colpe assai limitate ad un azione o ad una scelta.

Se la squadra non riesce a segnare come prima non è mica colpa del rinvio sbagliato di Terracciano, dell’errore di Dragowski che esce male oppure di Igor che sbaglia a Salerno. Sono stati errori? Certo, nessuno vuole dire il contrario. Ma la Fiorentina non ha mai perso 3-2 o 4-3, la Fiorentina ha perso perchè non è mai riuscita a segnare. Questo è il vero grande problema della squadra viola. I miracoli di Italiano sono durati anche troppo, questo che sta avvenendo, purtroppo, è solo la conseguenza della scelta fatta a gennaio.

Flavio Ognissanti

CARESSA FURIOSO DOPO IL GOL IN FUORIGIOCO ASSEGNATO ALLA LAZIO

Corsa all’Europa, gol Acerbi in fuorigioco, Caressa attacca: “Se c’è l’errore la partita va rigiocata”

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO