18 Gennaio 2022 · 08:21
4.2 C
Firenze

Ulivieri (AIA): “Ripartenza? Noi siamo a disposizione ma la Lega dice falsità sulle date”

“Noi siamo stati sempre dell’idea di impegnarsi per riprendere – ha detto a Lady Radio Renzo Ulivieri presidente dell’AIA, e saremo a disposizione se ci verrà richiesto: in tutto questo bisogna salvaguardare la salute di tutti gli addetti ai lavori. Ci deve però essere l’impegno da parte di tutti: se tutte le persone coinvolte sono sane, si può giocare. Però bisogna pensare che non ci si potrà comportare come prima, lo dico ai giocatori come a tutti coloro che gravitano nel mondo del calcio. Non deve passare il messaggio che il calcio sia un mondo di privilegiati. Ministro Spadafora? Io ho partecipato all’incontro con il Ministro dello Sport: lui l’ha detto chiaramente, che non passi l’idea che il Governo vuole bloccare il campionato di calcio. Ci ha detto che se ci sono le condizioni per ripartire di stare tranquilli: a me è sembrato che fosse sincero. Poi che tendenzialmente possa avere un occhio di riguardo al calcio di base in confronto al calcio di Serie A, mi pare evidente”.

“Date ripartenza non vere? Non è stata mai detta una data, Spadafora non può stabilire delle date senza il supporto dei tecnici: il Ministro non ha indicato alcuna data durante il nostro incontro, la Lega non dice il vero: in questo senso non era stato promesso niente. I tecnici sono coloro che ci danno le tempistiche, non altri. Posizione dei medici del calcio? Le visite mediche le devono fare tutti, visite specifiche per chi è sospetto covid-19. Chi prende il Coronavirus rappresenta il problema ovviamente, la cosa diventa politica: se noi che lavoriamo dentro il calcio veniamo considerati lavoratori normali tutto si fermerà; ma se veniamo accostati ad altre categorie e dunque ci verrà detto di andare avanti sarà allora un’altra questione”.

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO