20 Ottobre 2020 · 07:28
7.1 C
Firenze

Squadra e mister in confusione, serve un cambio di marcia, la società batta un colpo

Analisi di una disfatta annunciata. Squadra senza idee, mister in confusione e società stritolata dalle proprie scelte

La Fiorentina parte forte e dopo soltanto 3 minuti di gioco si trova in vantaggio di 2 goal. La rete porta la firma di capitan Pezzella, di testa, su angolo di Biraghi.  Raddoppia lo stesso Biraghi su suggerimento di Lirola.

La partita sembra in discesa, i viola sembrano giocare sul velluto e la formazione di mister Italiano, falcidiata dalle assenze non sembra avere le qualità tecniche per impensierire la compagine gigliata.
Man mano che passano i minuti però lo Spezia prende coraggio, aumenta la pressione sui portatori di palla viola e guadagna piano piano, metri sul campo. La sensazione evidente é quella di una squadra (quella viola) evidentemente di un tasso tecnico superiore che, però non ha idee e neanche uno straccio di gioco.

Di fronte una formazione con degli evidenti limiti da un punto di vista tecnico, ma con un organizzazione di gioco precisa, dove tutti gli elementi, conoscono  ogni situazione, movimenti e giocate. Il tema tattico dello Spezia é 1 e chiaro, ovvero cercare il più velocemente possibile lo scarico più semplice per poi attaccare in velocità la profondità, in modo, da creare scompiglio ed aumentare le distanze tra i reparti della viola. In poche parole, una squadra alla quale il proprio allenatore é riuscito a dare un anima e dei precisi concetti di gioco.

Non si sbaglia di certo se si asserisce che il gap tecnico tra le due compagini é altamente compensato dalle conoscenze calcistiche che, il proprio allenatore é riuscito a fornire ai propri ragazzi. Differentemente dall’altra parte i giocatori della Fiorentina sembrano confusi, impauriti, spaesati e lo stesso si può dire per il tecnico Iachini. Adesso le chiacchere stanno a 0, dopo 10 mesi di guida tecnica il fallimento del mister é totale, su tutti i livelli e senza possibilità di appello. La Fiorentina non ha un gioco, non ha una guida e soprattutto non ha idee.

Probabilmente il pesce puzza dalla testa e la responsabilità, ricade sulle spalle del presidente Rocco Commisso che, esattamente come accadde un anno fa con Montella, conferma un allenatore che nessuno voleva, contro tutto e tutti e soprattutto in contrapposizione con il DS Pradè che, come tutti sanno aveva più di una semplice parola con Juric. Serve cambiare e serve farlo presto, perché siamo appena alla 4 giornata e le ambizioni viola sembrano già pronte ad esser messe in un cassetto.

LEGGI ANCHE COMMISSO NON VUOLE CAMBIARE, IACHINI CONFERMATO. PRADÈ NEMMENO INTERPELLATO

Commisso non vuole cambiare, Iachini confermato. Pradè non interpellato

CONDIVIDI

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIMI ARTICOLI

Di Marzio: “Sarri si libererà dalla Juventus quando avrà la certezza della firma con un’altra squadra. E lo sta facendo”

L'esperto di mercato Gianluca Di Marzio ha parlato alla trasmissione di Rtv38, queste le sue parole sulla Fiorentina: "Sarri si libererà definitivamente dal contratto...

Radio Rai annuncia, Sarri ha risolto oggi il contratto con la Juventus. Fiorentina più vicina

Secondo quanto riportato da Radio Rai, nella giornata di oggi Maurizio Sarri e la Juventus hanno raggiunto l'accordo per la risoluzione immediata del suo...

CALENDARIO