Paulo Sousa ha parlato a Sky Sport, queste le sue parole:

“Chiesa ha una base personale e familiare che sarebbe quasi da paragonare a Cristiano Ronaldo. Sono certo che Firenze è la città giusta per lui per creare una mentalità di vittoria. Secondo me è predestinato ad arrivare in un club dove può vincere tutto, ma ancora non è il momento. Non mi aspettavo di emozionarmi così tanto nel tornare al Franchi, mi è sembrato di tornare a casa.

Mi piacerebbe allenare la Roma, non l’ho mai nascosto. Dopo la Fiorentina le mie aspettative erano alte, volevo una squadra che avesse come obiettivo di vincere il campionato e lottare fino alla fine in Champions. Questo è il mio target e la Roma è una squadra che potrebbe fare al caso mio. Non abbiamo però mai avuto contatti. Mi piace molto l’Italia, è un paese e un calcio che fanno per me”.