Ospite della redazione de Il Centro, il neo esterno offensivo del Pescara, Riccardo Sottil. Il giovane, arrivato a gennaio in prestito dalla Fiorentina, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Sentivo di fare un’esperienza altrove, la Fiorentina voleva tenermi con sé, però poi mi ha lasciato andare in prestito e quando è arrivata la chiamata del presidente abruzzese Sebastiani non mi sono lasciato sfuggire l’occasione. Il Pescara avrebbe voluto prendermi per 18 mesi, invece il ds viola Corvino ha preferito darmi soltanto fino a Giugno. Quando avrò finito il campionato vedremo se potrò restare qui. Mi piacerebbe, a Pescara si sono affermato tanti giovani che oggi vediamo in Serie A. Il paragone con Chiesa? Abbiamo più o meno le stesse caratteristiche, ma io sono agli inizio, mentre lui, nonostante sia giovanissimo, è già uno dei migliori in italia. Pescara e la promozione diretta in Serie A? Perché non dovremmo crederci? I distacchi sono colmabili e ci sono tante altre partite da giocare”.

Tuttomercatoweb.com