29 Novembre 2020 · 11:01
11.2 C
Firenze

Soprintendenza vs Fiorentina, adesso anche continuare sul Franchi sarebbe ridicolo

Lo stop della soprintendenza sul centro sportivo della Fiorentina a Bagno a Ripoli ha fatto emergere una guerra fredda contro la voglia di investire di Commisso

Lo stop e le modifiche dettate dalla soprintendenza per il centro sportivo della Fiorentina hanno fatto capire che insomma, per la società viola e per Rocco Commisso, costruire qualcosa non sarà impresa semplice.

Intendiamoci, non si tratta di uno stop definitivo ma semplicemente bisogna fare alcune modifiche al progetto che faranno slittare l’inizio dei lavori di qualche mese. Si sarebbe dovuto iniziare a ottobre, adesso si inizierà a gennaio. Solo pochi mesi ma questo stop ha fatto esplodere il popolo viola.

La battaglia che sta facendo Rocco Commisso per investire e costruire qualcosa di proprietà della Fiorentina è una battaglia che mette contro tutto il palazzo del potere fiorentino. Nessuno escluso.

Nei giorni scorsi il partito della Lega, per bocca del suo leader Matteo Salvini ha confermato come anche per il progetto del nuovo stadio della Fiorentina, l’unica via che verrà percorsa è quella del restyling del Franchi. Una possibilità esclusa da Commisso, per una semplice ragione: la sopraintendenza e le leggi non permettono l’abbattimento dello stadio Franchi.

Commisso, subito dopo il lockdown, aveva parlato e aveva detto a chiare lettere come non aveva alcuna intenzione di mettere un solo euro sul Franchi se ci fossero stati i vincoli della Soprintendenza. Per questa ragione la proprietà viola ha scelto Campi Bisenzio come sede del nuovo stadio viola con annesse attività commerciali di proprietà ACF.

La notizia di oggi fa capire come non ci sia alcun margine di manovra con la sopraintendenza per lo stadio Franchi. Se questo ente sta creando problemi per un semplice Casale nel terreno dove sorgerà il prossimo centro sportivo, cosa pensate possa accadere per lo stadio Franchi, un monumento enorme e storico? Ancora peggio.

Oggi è il momento di smascherare tutti, chi sta dalla parte della Fiorentina lo deve dimostrare dando carta bianca a Rocco Commisso. Non c’è più margine di manovra o discussione, è finito il tempo della manifestazione da zero a zero con slogan e non dando bocconi amari per nessuno. Bisogna avere il coraggio di dire che il futuro della Fiorentina non può passare dalla soprintendenza. Chi ha orecchie per intendere, intenda…

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Pazzini: “Alla Fiorentina non ero maturo. Commisso? Meglio i Della Valle”

Giampaolo Pazzini ha parlato alla Gazzetta dello Sport, queste le sue parole dell'ex giocatore della Fiorentina «Sto facendo il corso da direttore sportivo, così come...

Gazzetta, Ribery non ha mai perdonato la rapina in casa. Il suo rinnovo è in dubbio

Prandelli ha parlato molto in questi giorni con Franck Ribery. Ha cercato di riaccendere il fuoco che lo anima nei momenti migliori. Quello che...

CALENDARIO