21 Luglio 2024 · Ultimo aggiornamento: 19:27

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Restyling Franchi: se non arrivano i 55 milioni il progetto verrà realizzato in due fasi 
Rassegna Stampa

Restyling Franchi: se non arrivano i 55 milioni il progetto verrà realizzato in due fasi 

Redazione

3 Maggio · 10:00

Aggiornamento: 3 Maggio 2023 · 10:00

Condividi:

Tutto e subito. Per il restyling del Franchi Nardella punta ancora a ottenere i 55 milioni dal governo. Perché i no per adesso sono arrivati solo a parole, mentre il via libera al finanziamento del Pnrr è stato dato da un decreto interministeriale di un anno fa. Insomma, per i soldi negati dalla commissione europea «credo che il governo non possa non prendersi l’impegno a trovare una soluzione per sostituire queste risorse», spiega il sindaco. Tra l’altro il ministro dello sport Andrea Abodi più volte ha rimarcato la necessità di fare investimenti pubblici per rinnovare gli stadi italiani, per la candidatura a Euro 2032. 

Dichiarazioni in contraddizione evidente con altri esponenti del governo e in particolare del vicepremier Matteo Salvini che ribadisce non si possano spendere denari pubblici per gli stadi. Nardella non si opporrebbe a un finanziamento del privato «ma la Fiorentina ha ribadito, con le parole autorevoli del patron Commisso che non investirà sull’impianto». Sempre Abodi ha parlato dell’importanza delle coperture fotovoltaiche. «Ogni stadio deve diventare una comunità enegetica», ha detto. Infatti a Roma, allo stadio Olimpico, si rifarà la copertura con un investimento di 80 milioni di euro: produrrà energia per Monte Mario e Foro Italico. Come farà il Franchi se verrà completato. «C’è una gara pubblica in corso», per l’assegnazione dei lavori. Quindi si va avanti. «Sono già state inviate le comunicazioni alle ditte per la presentazione delle offerte che arriverà entro queste settimane, dopodiché si farà la progettazione esecutiva, e affideremo la realizzazione dei lavori», dice Dario Nardella. Alla fine, se i soldi non dovero arrivare, c’è la exit strategy. «Abbiamo fatto molte opere pubbliche in vari step. Si guardi al teatro dell’Opera: era un progetto unico ed è stato fatto a step. Ed è costato complessivamente 262 milioni. Anche l’azienda di progettazione Arup ha detto a La Nazione che si può fare. «Tantissime opere pubbliche in Italia sono state fatte così, e a noi manca solo una parte minoritaria del budget, quindi partiamo, non stiamo fermi ad aspettare» perché «rischiamo di perdere anche quelli che già abbiamo». Lo scrive La Nazione. 

LEGGI ANCHE, LA FIORENTINA GESTIRÀ I 26 MILA BIGLIETTI PER LA FINALE. RIFINITURA A FIRENZE. TOTTI, TONI E DEL PIERO TESTIMONIAL

La Fiorentina gestirà i 26 mila biglietti per la finale. Rifinitura a Firenze. Totti, Toni e Del Piero testimonial

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio