Secondo Maurizio Sarri ai tempi dell’Empoli Laurini era il terzino più forte, meglio anche di Hysaj. Poi un brutto infortunio, l’allenatore toscano che per forza di cose dette fiducia al difensore albanese e una difficile risalita. In effetti le ultime due stagioni, per il difensore francese, non sono stati facili. Un lavoratore, così lo raccontano ad Empoli. Uno che, pur di giocare, ha messo spesso in secondo piano anche qualche problemino fisico. E forse, anche per la troppa generosità, si è fatto male. Adesso sta bene e l’età gli può permettere, grazie alla nuova avventura in viola, un vero e proprio rilancio. Fidanzatissimo, amante (senza esagerare) dei social network, grande amico di Saponara che ha ritrovato con piacere in riva all’Arno. Un terzino che ama soprattutto difendere, per questo la Fiorentina lo ha voluto. Ma non è vero che non sappia attaccare.

Lo ha voluto Corvino, ma anche Pioli. Per continuare a giocare con la difesa a quattro, modulo che con Sarri lo esaltava a meraviglia. Nell’anno della promozione, dalla serie B alla Serie A, fu protagonista assoluto. Tanto che, anche da Napoli, quando il tecnico toscano cominciò la sua avventura in azzurro, arrivò una telefonata. Poi non se ne fece di nulla e arrivò Hysaj. Ma oggi, la storia, potrebbe essere riscritta. E’ anche la speranza dei tifosi viola, che dopo le prime due partite di campionato hanno sperato che il reparto venisse adeguatamente rinforzato. Laurini c’è ed è pronto a dare battaglia.

 

Quotidiano Sportivo

 

Comments

comments