“Con la sua Fiorentina è stato l’ultimo italiano a vincere sul campo del Liverpool dove il Napoli è chiamato all’impresa la prossima settimana per provare a conquistare il primo posto nel girone”. Queste le parole rilasciate a Il Mattino da Cesare Prandelli: “Sensazioni straordinarie. Noi eravamo andati lì con la consapevolezza di fare visita a una grande squadra, ma sapevamo anche di avere un grandissimo gruppo che ci avrebbe trascinato. Ho perfettamente stampato nella mente il ricordo del gol di Gilardino. Dopo che Vargas aveva vinto due contrasti ho smesso di guardarlo, sapevo già cosa avrebbe fatto. Sapevo che l’avrebbe messa in mezzo. Quando ho visto che Gilardino si era smarcato ho avuto la certezza che avremmo fatto gol. Credo che quella vittoria sia stata una delle più grandi soddisfazioni della mia carriera. Sapevamo da prima che ci sarebbe stato da soffrire, ma quando avevamo la palla tra i piedi siamo stati sfacciati ed è andata bene”. E sulla Fiorentina di Commisso: “La proprietà ha portato entusiasmo e voglia di fare grazie a un bel progetto. Hanno già preso i campi per il centro sportivo, poi con il giusto tempo costruiranno anche una buona squadra. In questo momento hanno prestazioni alterne ma Montella troverà gli equilibri perchè hanno ottimi giovani interessanti. Nel complesso c’è grande ottimismo per il futuro”.