26 Ottobre 2020 · 04:44
12.3 C
Firenze

Pradè: “Ghezzal e Pedro fuori condizione. Pezzella pensava di trovare squadre migliori. Ribery alza il livello”

Daniele Pradè ha parlato in zona mista, queste le sue parole:

“Siamo felici, serviva solo vincere, in qualsiasi modo possibile anche con le mani o con un autogol. Ci siamo tolti questo peso anche se il calendario non ci ha aiutato. Dovevamo chiuderla prima. La squadra è stata compatta e abbiamo creato tantissimo, infatti potevamo chiuderla prima.

Abbiamo cambiato tanto, 18 giocatori in totale, sarà un’annata di transizione, ma non dobbiamo perdere la voglia di vincere le partita. Come fai ad essere al pari dell’Atalanta, che gioca insieme da tre anni? Ci dobbiamo arrivare con il lavoro. Quest’anno vedremo cosa migliorare e cosa no.

Tranne Ghezzal e Pedro che sono indietro fisicamente, i nuovi acquisti stanno facendo tutti bene. Il 3-5-2 è un modulo che ci dà compattezza ma permette anche di cambiare.

A Dalbert ci credevamo, ha le caratteristiche giuste che cercavamo e non è al 100%, deve avere più continuità.

Al Milan ci penseremo da domani mattina perché domenica, lunedi e ieri non abbiamo chiuso occhio. Oggi voglio godermi la serata

Mai pensato di cedere Pezzella, è un leader, mai pensato di cederlo, lui si era messo in discussione perché poteva trovare situazioni migliori della Fiorentina.

Ribery crea in tutti senso di forza e appartenenza. Alza il livello di tutti”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Castrovilli show mette al tappeto l’Udinese. Gioco ancora assente e attacco inesistente

Una brutta Fiorentina, batte di misura l'Udinese e salva la panchina al proprio allenatore. Partita dai contenuti tecnici molto scadenti, decisa da un Castrovilli...

Commisso: “Adesso ci servono i gol degli attaccanti. Aspettiamo Callejon e Ribery”

Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, si è espresso così ai microfoni di Sky Sport dopo il successo interno della sua squadra contro l'Udinese: “Oggi...

CALENDARIO