German Pezzella è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport, queste le sue parole:

“Sono cresciuto con la Fiorentina al fianco, era nel mio destino. Passarella non perdeva occasione per raccontarmi la magia di Firenze. E le prodezze di Batistuta erano pane quotidiano a Buenos Aires. La società ha avviato un progetto nuovo incentrato su giovani talenti, il sogno è conquistare subito l’Europa, ma prima dobbiamo diventare una squadra. Simeone? Da difensore non vorrei averlo come rivale, non si ferma mai. Chiesa ha un futuro ‘tremendo’, può ancora crescere. Badelj mi ha sorpreso, Pioli mi ha spiegato quello che voleva da me con una chiarezza fantastica. Gonzalo? Abbiamo amici in comune e mi ha fatto sapere che dovevo accettare l’offerta viola”

Comments

comments