16 Giugno 2021 · 15:40
30.7 C
Firenze

Perchè la Fiorentina ha preso Callejon ma non gioca mai? Chiesto da Iachini, prigioniero del modulo

Via Chiesa, dentro Callejon. Questo cambio è l'emblema del mercato della Fiorentina, e la situazione di classifica evidenzia tutto..

Foto di proprietà di ACF Fiorentina. Riproduzione vietata ©

L’acquisto di Josè Maria Callejon è oggetto di tante discussioni in questo periodo in casa Fiorentina, il suo arrivo a Firenze è avvenuto in seguito alla partenza di Federico Chiesa verso la Juventus, cessione inevitabile vista la ferma volontà del ragazzo di raggiungere Torino (LEGGI QUI). Quello che però si critica alla società viola è proprio l’aver pensato di poter sostituire un giocatore fortissimo come Chiesa con un parametro zero a fine carriera come Callejon

Andando indietro nel tempo, sicuramente su questa scelta ha influito, e non poco, la tempistica della cessione di Chiesa alla Juve in bilico fino all’ultimo per via delle condizioni economiche precare della società bianconera.

Callejon è stata una richiesta esplicita di Beppe Iachini, nonostante la sua idea tattica fosse incentrata sul 3-5-2. Prandelli al suo arrivo, complice un lavoro fatto ormai da un anno mezzo, non si è sentito di cambiare modulo. La squadra era stata costruita per giocare in un determinato modo, lo faceva anche con Montella. Prandelli dunque, complice il suo arrivo in corsa, non ha potuto stravolgere le abitudini e le attidudini tattiche di questo gruppo. Cosi, anche con Prandelli, Callejon è rimasto ai margini.

Insomma, seppur il calciatore è ormai un lontano parente di quello ammirato con Sarri al Napoli, le scelte tattiche degli allenatori viola non hanno aiutato, anche se quello più strano è come Iachini abbia chiesto e ottenuto Callejon nonostante non fosse adatto al suo modulo e al suo calcio. Il paradosso è che in questa situazione drammatica in casa Fiorentina, uno come lui potrebbe difficilmente dare una mano. Ce ne sarebbe bisogno.

Flavio Ognissanti

LE PAROLE DI PRANDELLI IN CONFERENZA STAMPA

Prandelli: “Non abbiamo paura. Castrovilli ci sarà, Amrabat più difficile. Ci siamo allenati bene”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Da Napoli, De Maggio: “Litigio forte tra la Fiorentina e Gattuso, attenzione ai colpi di scena”

Valter De Maggio è intervenuto in diretta alla radio ufficiale della SSC Napoli, Kiss Kiss Napoli, durante la trasmissione 'Radio Goal', per parlare del calcio Napoli....

Calamai: “Con Milenkovic come ha fatto De Laurentiis con Milik. Vlahovic? Senza rinnovo sarà uguale”

Il giornalista fiorentino de la Gazzetta dello Sport Luca Calamai ha parlato a Radio Bruno, queste le sue parole: “Sono rimasto colpito dal progetto del...

CALENDARIO