Igor Zaniolo, padre di Nicolò, rivelazione stagionale della Roma, ha rilasciato queste dichiarazioni ai microfoni de Il Messaggero:

“Quello di farlo ripartire dall’Entella è stata una mia idea. Ho pensato che riavvicinandolo a casa (la famiglia è di La Spezia, ndr) avrebbe ritrovato quella tranquillità che aveva perso. L’importante era ripartire. Anche perché per Nicolò è stato un momento di forte stress, non se lo aspettava di essere scartato dalla Fiorentina. Se le devo dire la verità, ancora oggi non mi spiego il motivo

Non tutti sanno che Nicolò è stato a un passo dalla Juventus. Lo avevano seguito per tutta la stagione insieme al Colonia e al Villarreal che hanno poi presentato delle offerte, rifiutate dall’Entella. L’affare con i bianconeri era ormai in dirittura d’arrivo. All’improvviso però è arrivata l’Inter che ha sbaragliato la concorrenza offrendo 1,8 milioni che con i bonus arrivavano a 3,5».

Il suo primo gol in Serie A: «Quando l’ho visto dopo la gara gli ho chiesto come avesse fatto, se non fosse più semplice tirare in diagonale sul secondo palo. Nicolò mi ha guardato e mi ha detto Perché, cosa ho fatto papà’? Le assicuro che non lo ha detto per ‘tirarsela’ o fare il finto modesto. È proprio la sua forza, quella sfrontatezza in campo che non lo fa sembrare un diciannovenne».