Il padre di Nicolò Zaniolo, giovane talento della Roma scartato dalla Fiorentina, ha parlato a Radio Bruno, queste le sue parole

“Il percorso di crescita che sta facendo Nicolò ci rende orgogliosi, ma c’è anche tanta pressione visto che sta bruciando un po’ le tappe. La convocazione in Nazionale è stata davvero speciale. Oggi giocherà la sua seconda partita in Serie A, c’è curiosità e tensione. Lui è nato viola e purtroppo è finita come tutti sanno.

Nicolò è andato via dalla Fiorentina nel momento di transizione tra Pradè e Corvino, altrimenti difficilmente sarebbe stato svincolato. Non rientrava nei piani della società viola e ci fu lo svincolo per concessione della Fiorentina.

Nel 2017 la Fiorentina perse la finale Scudetto contro l’Inter di Nicolò e il tridente sarebbe potuto essere proprio Sottil-Gori-Zaniolo. Sono convinto che in quel modo il tricolore non sarebbe andato ai nerazzurri”.